rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Cronaca

La Fumettoteca premiata al Campidoglio per la tutela del dialetto: "E' la lingua delle emozioni"

Il premio è arrivato per la pubblicazione dell'albo 'Diabolic - Il Diabolich Romagnolo', un progetto della Fumettoteca di Forlì che vede lo storico personaggio protagonista di un'avventura in dialetto romagnolo

La Giuria del Premio Nazionale 'Salva la tua lingua locale' ha decretato i vincitori della decima edizione 2022, e fra questi c'è anche l'esclusivo elaborato progettato e realizzato dalla Fumettoteca Regionale Alessandro Callegati 'Calle' di Forlì che, per l'edizione 2022, oltre ad essere decretato vincitore ha ricevuto anche la Menzione per la diffusione del Premio. L'atipica proposta fumettistica è la pubblicazione dell'albo 'Diabolic - Il Diabolich Romagnolo', una auto-pubblicazione con la realizzazione del primo Diabolik in versione dialettale, nella 'lingua' di Romagna. 

Il riconoscimento nazionale apre una parentesi e mette il lavoro sotto una luce diversa, tanto che la Fumettoteca potrebbe considerare la realizzazione di una collana di albi Diabolik nei dialetti italiani, con anche lo scopo di valorizzare il patrimonio culturale linguistico. Una idea che, supportata dal 'valore' dell'icona diabolika, personaggio che da oltre 60 anni è seguito da tante generazioni di lettori, proprio come le generazioni che si susseguono nel contesto dialettale, non sarebbe fine a se stessa ma rivolta ad pubblico giovanile come mezzo didattico per l'apprendimento della lingua tradizionale territoriale, in un interesse vivo verso i dialetti quale collante fra la tradizione e l'attualità. 

I riconoscimenti sono stati assegnati nel corso della cerimonia di premiazione tenutasi nella Sala della Protomoteca del Campidoglio a Roma. Presente anche GianLuca Umiliacchi, l'esperto della Fumettoteca Regionale, per ritirare l'importante premio nazionale che si aggiunge alla bacheca di quelli già acquisiti negli anni passati, a livello nazionale, europeo e internazionale. Alla cerimonia sono intervenuti Silvana Ferreri De Mauro, Comitato Garanti del Premio, e Bruno Manzi, Capo di Gabinetto Città Metropolitana Roma Capitale. La premiazione ha il Patrocinio della Città metropolitana di Roma Capitale ed è stata condotta da Adriana Volpe con gli interventi musicali del cantante Marcello Cirillo. 

'Salva la tua lingua locale' è stato istituito nel 2013  dall’Unpli, Unione Nazionale Pro Loco d’Italia, e da ALI Lazio Autonomie Locali Italiane, ed è organizzato con la collaborazione del il Centro Internazionale “Eugenio Montale” e E.I.P. “Scuola Strumento di Pace”; nel 2019 il premio ha ottenuto, come premio di rappresentanza, una Medaglia celebrativa del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. “Il dialetto è la lingua delle emozioni e degli affetti, il cordone ombelicale che lega le diverse generazioni ai territori. Ogni singola espressione dialettale – ha affermato il presidente dell’Unpli, Antonino La Spina – porta con sé parte della storia e delle tradizioni dei nostri luoghi che altrimenti andrebbero irrimediabilmente persi.”. Nel corso delle dieci edizioni celebrate sono oltre 3mila gli autori ad aver partecipato, oltre 4500, invece, le opere pervenute e valutate dalle giurie delle varie categorie. Fra le pubblicazioni premiate anche dizionari, volumi che classificano i dialetti e opere che raccontano le storie e le curiosità che si celano dietro le espressioni dialettali. Gli elaborati dei vincitori e dei finalisti delle singole categorie, inoltre, vengono raccolti ogni anno in un’apposita antologia. Il Premio nazionale rientra nell’ampio piano di azioni avviate dall’Unpli per coinvolgere le 6300 Pro Loco e i territori interessati al fine di rendere sempre maggiore l’attenzione per la tutela dei dialetti e del patrimonio immateriale culturale che essi rappresentano.

L'esclusivo albo 'Diabolic - Il Diabolich Romagnolo' è stato realizzato con le copertine di Maurizio Berdondini 'Ber' di Forlì, e propone al suo interno una breve storia fumettata anni fa da Umiliacchi che, per l'occasione, è stata adattata al dialetto romagnolo dallo studioso Maurizio Balestra, dell'associazione dialettale 'Te ad chi sit e fiol?' di Cesena. Per la prima volta, dunque, Diabolik parla nella lingua dialettale e, precisamente, nel dialetto della Romagna, il romagnolo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Fumettoteca premiata al Campidoglio per la tutela del dialetto: "E' la lingua delle emozioni"

ForlìToday è in caricamento