menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La prima campanella, Vietina: "Tante incognite, ma il futuro si costruisce a scuola"

E' quanto afferma il sindaco di Tredozio e parlamentare di Forza Italia, Simona Vietina

"Quello che ricomincia è un anno scolastico ricco di incognite: il mondo dell’istruzione torna sui banchi, nelle aule, sulle cattedre dopo un’assenza durata molti mesi. Molto resta ancora da fare e tanti dubbi rimangono irrisolti sia sul fronte della gestione quotidiana che sulla sicurezza di tutti coloro che percorreranno i corridoi e popoleranno aule e uffici. Ma come insegnante non posso che guardare a questo 14 settembre come a un nuovo inizio, colmo di speranza tanto quanto di timori". E' quanto afferma il sindaco di Tredozio e parlamentare di Forza Italia, Simona Vietina.

"Ai ragazzi e ragazze che tornano sui banchi, a quelli che loro malgrado dovranno affrontare ancora la didattica a distanza, agli insegnanti che tornano in prima linea, spesso senza le adeguate indicazioni da parte del Governo, ai presidi e a tutto il personale scolastico che affrontano un nuovo anno con difficoltà mai incontrate prima va il mio più sincero in bocca al lupo - prosegue Vietina -. Per quanto sia difficile, per quanti dubbi e incertezze ci attanaglino, per quante perplessità si possano doverosamente manifestare verso la gestione dell’emergenza da parte del Governo, è nella scuola che si costruiscono le basi per il futuro del nostro Paese. Ed è al mondo della scuola che rivolgo il mio pensiero e il mio augurio: buon lavoro a tutti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento