La proposta di Marco Di Maio: "La Romagna si candidi ad ospitare il vertice mondiale sulla sanità"

Di Maio sottolinea "la straordinaria qualità dei nostri professionisti e la riconoscibilità di uno dei padri della Medicina contemporanea, quel Giovanni Battista Morgagni che il mondo sanitario conosce e celebra in tutto il mondo"

"La Romagna si candidi ad ospitare il vertice mondiale sulla sanità che si svolgerà in Italia il prossimo anno. A lanciare la proposta è il parlamentare forlivese Marco Di Maio. Nel 2021 il governo italiano infatti assumerà la presidenza del G20, l'organismo internazionale che raggruppa i 20 Paesi più industrializzati nel mondo. In questo ambito, come annunciato dalla presidente della Commissione Europea Ursula Von der Leyen, in Italia si svolgerà un vertice mondiale dedicato ai temi della sanità.

Per questo motivo, ragiona Di Maio, "Penso che la Romagna, per la specificità del suo sistema sanitario pubblico, per avere una delle più grande aziende sanitarie del Paese, per i suoi ospedali di eccellenza, per la sua virtuosa integrazione con il privato, per la diffusa rete di servizi sul territorio, per avere uno dei più rinomati istituti di ricerca e cura a carattere scientifico (l'Irst di Meldola), per la forte e autorevole presenza dell'Università, per la sua naturale vocazione al wellness e al benessere, per la vivacità del tessuto di associazioni di volontariato e soggetti privati (della cooperazione e non solo) che operano nel sociale con servizi all'avanguardia, per la sua posizione baricentrica rispetto a grandi città italiane e per la dotazione di un efficiente sistema di collegamenti infrastrutturali, abbia tutte le carte in regola per candidarsi ad ospitare questo evento. Senza dimenticare la straordinaria qualità dei nostri professionisti e la riconoscibilità di uno dei padri della Medicina contemporanea, quel Giovanni Battista Morgagni che il mondo sanitario conosce e celebra in tutto il mondo".

Prosegue Di Maio: "La Romagna è un laboratorio a cielo aperto e in continua evoluzione: serve una popolazione di circa 1 milione e 200mila persone, su 5.100 chilometriquadrati di estensione, su 3 province (Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini) e 73 Comuni. Un modello organizzativo che ha molto da raccontare a tanti sistemi sanitari in giro per il mondo". Per questo motivo, il territorio "deve candidarsi ad ospitare il summit mondiale della sanità nel 2021 candidando tutto il territorio e non una sola città, perché questo è il valore più forte della nostra terra e la candidatura di un territorio darebbe un segnale di novità, di grande attenzione a quella fetta di Italia che spesso viene poco celebrata nei summit internazionali. Eppure è questa Italia il tratto distintivo del nostro Paese, che ci rende unici nel mondo: quella "provincia italiana", nella quale molto spesso tradizione, qualità dei servizi, delle relazioni umane, propensione al cambiamento e all'innovazione, producono una qualità della vita che non si trova altrove".

Di Maio esorta quindi "i sindaci romagnoli e la Regione a candidare la Romagna ad ospitare il G20 della sanità che si terrà in Italia nel 2021. È un'opportunità per il nostro territorio, ma è anche l'occasione per il Paese di mostrare il suo volto meno conosciuto all'estero, ma straordinariamente interessante e, ritengo, unico al mondo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto da un'auto in sorpasso, sciagura in via Del Partigiano: ciclista perde la vita

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Chiude supermercato in corso della Repubblica, ma non si spegne la vetrina e restano i servizi ai residenti

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • La sciagura del ciclista ucciso, "Era generoso e scherzoso". L'automobilista indagata per omicidio stradale

  • La rabbia del titolare del ristorante: "Lo Stato mi nega il ristoro, io riapro"

Torna su
ForlìToday è in caricamento