rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Cultura

La quinta edizione dell'Iranfest dedicata a Masha Amini, uccisa perchè non portava il velo in modo corretto

La quinta edizione è stata dedicata a Masha Amini, una ragazza di 22 anni picchiata a morte il 13 settembre perche' non portava il velo in modo corretto facendo fuori uscire una ciocca di capelli

Il circolo Inzir di Forlì ha ospitato tra martedì e mercoledì l'Iranfest, la manifestazione nata come approfondimento geografico di un’area spesso emarginata anche per le politiche restrittive nei confronti di movimenti culturali che faticano a mettere in luce disagi e rivendicazioni di sociali. La quinta edizione è stata dedicata a Masha Amini, una ragazza di 22 anni picchiata a morte il 13 settembre perche' non portava il velo in modo corretto facendo fuori uscire una ciocca di capelli. Da quel momento, sono partiti diversi movimenti di protesta che vedevano tante donne tagliarsi una ciocca di capelli in ricordo del triste evento. Un movimento che ha influenzato tutto il mondo. Soprattutto donne, sono le manifestanti contro le rigide norme sull’abbigliamento imposte dall'Ayatollah Khomeini nel 1979 e diventate legge nel 1983. Dopo la rivoluzione islamica, le autorità Iraniane hanno imposto un codice di abbigliamento obbligatorio che richiede a tutte le donne, indipendentemente dalla nazionalità e religione, di indossare il velo e abiti larghi per mascherare le loro figure in pubblico.  Anche questa edizione ha visto in mostra una selezione dei migliori film di fiction e di animazione prodotti recentemente in Iran, per un totale di 16 film. Il pubblico presente è stato coinvolto nell’elezione del miglior film di Fiction e di Animazione, con la premiazione dei due migliori film: "Aram" e "Gambit". Ospite della rassegna l’attrice Iraniana Shiva che ha dialogato con il pubblico in merito all’attuale forma di protesta popolare che si sta svolgendo in Iran.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La quinta edizione dell'Iranfest dedicata a Masha Amini, uccisa perchè non portava il velo in modo corretto

ForlìToday è in caricamento