La Regione finanzia il piano urbanistico dell'Unione di Comuni della Romagna forlivese

Il nuovo Piano coinvolgerà 9 dei 15 comuni dell'Unione, i sindaci Vietina e Roccalbegni: “Dimostrazione che unioni piu’ piccole sono piu’ funzionali”

La Regione Emilia-Romagna ha assegnato, con delibera di Giunta Regionale n. 2044 del 03/12/2018, un contributo di 100mila euro (il massimo del finanziamento) all'Unione di Comuni della Romagna forlivese - Unione Montana, per la redazione del nuovo Piano Urbanistico Generale (PUG). Il nuovo Piano coinvolgerà 9 dei 15 comuni dell'Unione: i 5 comuni del Sub-ambito dell'Acquacheta Romagna-Toscana (Dovadola, Modigliana, Portico e San Benedetto, Rocca San Casciano e Tredozio), di cui è presidente Simona Vietina, unitamente ai 4 comuni del Sub-ambito dell'Alto Bidente e Rabbi allargato (Civitella di Romagna, Galeata, Premilcuore e Santa Sofia).

“E’ la dimostrazione che una Unione a nove sarebbe non solo più snella ma anche più funzionale – commentano l’On. Simona Vietina, sindaco di Tredozio e deputata di Forza Italia, e Valerio Roccalbegni, sindaco di Modigliana -. Indirettamente, dunque, la Regione Emilia Romagna riconosce l’Unione a nove quale ambito ottimale. Questi comuni costituiscono infatti un contesto territoriale caratterizzato da un sostanziale grado di omogeneità geografica, ambientale e socio-economica. Tale vasto territorio  (il numero complessivo di abitanti interessati è pari a 21.040 e l'estensione territoriale complessiva è di 742,13 Kmq) si caratterizza per la spiccata identità storica della Romagna-Toscana, territorio montuoso di confine, che il dominio dei Conti Guidi prima e fiorentino poi hanno caratterizzato nel corso di secoli”.

“Il nuovo strumento urbanistico – proseguono - avrà il compito di creare un sistema di governo che attivi processi rigenerativi non solo alla scala urbana, ma a livello territoriale, garantendo la crescita, lo sviluppo e l'adeguamento di tali processi nel tempo.  Il nuovo Piano si svilupperà su diverse linee strategiche, quali la messa in sicurezza del territorio, la connettività materiale ed immateriale, la tutela e l'incremento della qualità urbana, ambientale e paesaggistica, l'incremento della qualità edilizia, la tutela dell'identità e della memoria storica dei territori, l'incremento e lo sviluppo della ricettività, la tutela e valorizzazione delle capacità produttive dei territori agricoli, la promozione delle condizioni per lo sviluppo, l’innovazione e la competitività delle attività produttive e terziarie. I 9 comuni sottoscriveranno un Accordo Territoriale ai sensi dell’art. 58 della L.R. n. 24/2017 per la formazione del Piano. L'Ufficio di Piano sarà coordinato e diretto dall'Arch. Francesco Zucchini, Responsabile dell'Urbanistica dell'Unione, che ha costruito, con grandissimo impegno, questo progetto ammesso a finanziamento e che sarà importantissimo per programmare il futuro urbanistico dei nove Comuni nei prossimi anni”.

“Da tempo, pubblicamente e da più parti – proseguono - segnaliamo l'inadeguatezza di una Unione a quindici, troppo grande, che coinvolge territori troppo diversi tra loro e che non è mai realmente decollata, soprattutto nelle sue gestioni associate”. Si ricorda che Valerio Roccalbegni aveva già presentato alla giunta dell’Unione un progetto di divisione in due Unioni, affinché la nuova Unione di montagna fosse a nove: proprio i nove Comuni coinvolti nel progetto approvato.

“Nei mesi scorsi, inoltre, avevamo chiesto alla Regione Emilia-Romagna la possibilità di avvalerci di uno studio di fattibilità per una scissione dell’Unione in due distinte Unioni, più piccole, e comprendenti territori più omogenei, al fine di raggiungere una migliore efficienza organizzativa – concludono -. Questo importante finanziamento ottenuto è una ulteriore prova a favore di questa riorganizzazione che da tempo caldeggiamo e che tutti dovrebbero auspicare. Non si tratta di creare divisioni, ma solo di individuare le soluzioni più efficienti per garantire la vicinanza dei servizi al cittadino”.

Potrebbe interessarti

  • Sembrano sani, ma non è vero: ecco svelati 7 alimenti da evitare per la dieta

  • Smettere di fumare: come affrontare la dipendenza senza ricaderci

  • Dalla G alla A: come migliorare la classe energetica di casa

I più letti della settimana

  • Tragedia di ritorno dal mare causata da un colpo di sonno: ventenne muore in autostrada

  • Tragedia nella notte in A14: tra i due morti anche una forlivese

  • Mezzanotte di paura, nuova scossa di terremoto nel forlivese

  • La vedova di Bovolenta rivela: "Ho ritrovato l’amore. La vita regala sorprese bellissime"

  • Investimento mortale sulla linea Adriatica: ritardi fino a 3 ore e nove treni cancellati

  • Trema la terra: doppia scossa di terremoto, in tanti lanciano l'allarme sui social

Torna su
ForlìToday è in caricamento