menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La vita ai tempi del Coronavirus - "Attività sospesa, l'ho appeso io quel cartello. Ma l'arte ripartirà"

"Attività sospesa fino al 3 aprile 2020". L'avevo appeso io l'avviso rivolto ai visitatori, sul portone di legno di Palazzo Romagnoli. Quella domenica non avremmo aperto, come tutti i musei italiani"

Per inviare un testo (meglio se con foto): redazione@romagnaoggi.it - indicare la città

"Attività sospesa fino al 3 aprile 2020". L'avevo appeso io l'avviso rivolto ai visitatori, sul portone di legno di Palazzo Romagnoli. Quella domenica non avremmo aperto, come tutti i musei italiani. "Simona ci sentiamo, ci aggiorniamo sul Paradiso delle Signore" mi aveva detto Agostina, signora sprint, collega acquisita. Amica. "Noi ci scriviamo su whatsapp, dai che ci rivediamo in aprile" avevo ripetuto a Silvia, valido membro del "mio" piccolo Team PalaRomagnoli.

Avevo solo pochi metri per raggiungere l'auto, in una Via Albicini più silenziosa del solito, l'aria fresca dei primi di marzo e il bavero del cappotto rialzato d'istinto, per un leggero vento. Oggi, dalla terrazza di casa mia, oltre un lungo viale alberato, riesco a vedere in lontanza il campanile di San Mercuriale. Sembra così piccolo, così lontano. Le persone attendono in ordine il proprio turno davanti alla farmacia, ognuno a distanza, il viso nascosto da una mascherina. Gli anziani, in bicicletta o a piedi sui marciapiedi, stringono pesanti buste della spesa. Le auto passano lente. 

Torneranno le prime domeniche del mese in biglietteria. Torneranno le visite guidate e i turisti, che si sorprendono sempre di quanta bellezza nasconda Forlì. E chi ancora non conosce le storie che questa città nasconde, tra le sue opere, potrà tirare le pesanti porte di vetro dei suoi Musei, scoprire che c'è ancora tanto da imparare. Riprenderà il viaggio di Ulisse e il canto delle Sirene potremo ascoltarlo, di nuovo. Vicini.

"Le sirene ti assalgono di notte/ create dalle notte/ han conservato tutti i volti/ che hai amato e che/ ora hanno le sirene/ te li cantano in coro/ e non sei più solo/ sanno tutto di te/ e il meglio di te...". E' il testo di una canzone di Vinicio Capossela.
Ora siamo fermi, ma l'arte ripartirà. E noi con lei.

 

Simona Palo

La vita ai tempi del Coronavirus - Il diario dei nostri lettori

Vuoi raccontarci la tua storia? Mail a redazione@romagnaoggi.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento