menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La vita ai tempi del Coronavirus - "Il mio nono mese di gravidanza in quarantena, la vita che arriva è speranza"

"Io e la mia famiglia abbiamo comunque trascorso le ultime settimane immersi nel verde della campagna bertinorese e questo ci ha permesso di ritagliarci uno spazio di serenità importante e privilegiato"

Per mandare il tuo pensiero o testimonianza: redazione@romagnaoggi.it (indicare la città)

Prima di leggere la vostra rubrica, la scorsa settimana, a qualche giorno dalla scadenza del mio nono mese di gravidanza previsto per il 17 aprile, ho sentito la necessità di scrivere alla mia bimba che stava per nascere, la piccola Amelia per augurare a lei e al mondo intero un futuro migliore del presente che stiamo vivendo. Mai avrei pensato, nel momento di grazia e felicità in cui ogni donna scopre di essere portatrice dell'inizio di una nuova vita, di dover trascorrere l'ultimo mese e mezzo di attesa in un contesto in cui timori, paura e lo spettro di malattia e lutto per i miei cari e per il mondo intero hanno preso il sopravvento.

Io e la mia famiglia abbiamo comunque trascorso le ultime settimane immersi nel verde della campagna bertinorese e questo ci ha permesso di ritagliarci uno spazio di serenità importante e privilegiato. Il giorno prima del parto programmato ho finalmente trovato l'ispirazione per scriverle la mia dedica. Quando ho scelto il nome della piccola non avevo idea di quanto lo stesso potesse essere di ispirazione a questo periodo buio della storia di ognuno di noi. Amelia infatti tra le tante radici di derivazione potrebbe discendere da "Amal" che in arabo significa "Speranza".

Ecco lei è stata la mia speranza e con la sua testimonianza possa essere conforto per tutti, perché lei è il simbolo dell'Inizio, di un rinnovato presente. Lei è la parabola della vita stessa, vita stessa che è più forte della morte. Non attende, non arretra di fronte ad ogni triste fine. Si rinnova e ci consente di non abbandonarci alla disperazione.

Elisa Leoni (Bertinoro) 

Per mandare il tuo pensiero o testimonianza: redazione@romagnaoggi.it (indicare la città)

Tutte le storie della "Vita ai tempi del Coronavirus"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento