rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca

Laboratorio lager, Pasini (Udc): "Bloccata la concorrenza sleale"

Pasini stigmatizza lo sfruttamento di mano d'opera, sia essa regolare, ancor più se clandestina, sottoposta a turni di lavoro massacranti.

Il consigliere comunale e segretario provinciale Udc, Andrea Pasini, si è complimentato con gli agenti dell'Ufficio Immigrazione, coordinati dal dirigente Stefania Neri, con la Squadra Mobile e con il personale della Volanti della Questura, "per aver scoperto e posto fine all'attività di un laboratorio clandestino, vero e proprio lager per lavoratori cinesi”. Pasini stigmatizza lo sfruttamento di mano d'opera, sia essa regolare, ancor più se clandestina, sottoposta a turni di lavoro massacranti.

“Quanto è stato scoperto dagli agenti di Polizia – chiosa Pasini – testimonia come, nonostante l'impegno delle forze dell'ordine, il fenomeno sia ancora presente e operante in città. Al di là, infatti, delle esecrande condizioni igienico sanitarie in cui sono costretti a vivere gli “schiavi del terzo millennio”, con turni di lavoro che raggiungono anche le 18 ore, in ambienti affollati e malsani, si pone una questione di concorrenza sleale".

"In questo caso trattandosi di una laboratorio tessile, venivano prodotti capi che potevano essere rivenduti all'ingrosso a prezzi assolutamente stracciati, inimmaginabili e impraticabili per un commerciante onesto che si approvvigioni da regolari magazzini. Ecco perchè – conclude Pasini – mi sento in dovere di plaudire al lavoro svolto dalla Polizia che, pure fra tante difficoltà, costituisce un punto saldo di riferimento per tutte le persone oneste e la comunità”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Laboratorio lager, Pasini (Udc): "Bloccata la concorrenza sleale"

ForlìToday è in caricamento