rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Cronaca Meldola

Premio 'Guido Berlucchi': prestigioso riconoscimento per la dottoressa Laura Mercatali

Si tratta della dottoressa Laura Mercatali, che fa parte dello staff del Centro di Osteoncologia-Tumori Rari Irst guidato dal dottor Toni Ibrahim, sotto la Direzione scientifica del professor Dino Amadori

Una giovane ricercatrice dell’Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori Irst-Irccs ha ricevuto lunedì scorso mil premio “Guido Berlucchi”, istituito dalla Fondazione omonima destinato a giovani ricercatori del campo dell’oncologia. Si tratta della dottoressa Laura Mercatali, che fa parte dello staff del Centro di Osteoncologia-Tumori Rari Irst guidato dal dottor Toni Ibrahim, sotto la Direzione scientifica del professor Dino Amadori.

La cerimonia di premiazione si è tenuta a Corte Franca (Bs) al cospetto di accademici, rappresentanti del mondo dell’industria e giornalisti. Mercatali, responsabile del Settore Ricerca Traslazionale del CdO-Tr Irst, si è distinta, insieme ad altri sette, tra 141 giovani ricercatori italiani di alto livello. Il riconoscimento, messo in palio grazie a un bando di concorso nazionale, ha lo scopo di incoraggiare e far conoscere all’opinione pubblica quei ricercatori, non ancora quarantenni, che si siano particolarmente distinti per contributi originali e innovativi nel campo dell’oncologia. In particolare, la pubblicazione scientifica deve essere stata edita negli anni 2012-2013 e il ricercatore deve essere il primo o secondo nome firmatario.

La pubblicazione per la quale i candidati sono stati premiati poteva riferirsi a ricerca effettuata anche in altri Paesi o in collaborazione con centri di ricerca, università o enti stranieri. Il lavoro di Mercatali è stato messo a punto con i laboratori americani del Dipartimento di Biologia Molecolare della Princeton University (New Jersey) diretti dal professor Yibin Kang, con i quali il Centro di Osteoncologia – Tumori Rari Irst collabora dal 2010.

La scoperta tratta dell’approfondimento del meccanismo con cui le cellule tumorali influenzano a loro vantaggio le cellule sane del microambiente osseo favorendo la metastatizzazione. La ricerca ha portato a chiarire il ruolo di due Micro Rna (piccole molecole di Rna che si comportano da regolatori del normale Rna responsabile della trascrizione del Dna in proteine) che, attraverso uno studio più approfondito, potrebbero essere utilizzati come possibili target terapeutici o come indicatori di metastasi ossee tramite un semplice prelievo di sangue; un risultato incoraggiante ma per il quale saranno necessari ulteriori studi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premio 'Guido Berlucchi': prestigioso riconoscimento per la dottoressa Laura Mercatali

ForlìToday è in caricamento