menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La laurea online ai tempi del coronavirus: Carlo proclamato dottore con 110 e lode nel salotto di casa

Il forlivese Carlo Antonio Marra mercoledì ha completato il suo percorso di studi dal salotto di casa, laureandosi in Giurisprudenza

Centodieci e lode. Titolo della tesi: "La responsabilità delle piattaforme web per gli illeciti degli utenti". Il forlivese Carlo Antonio Marra mercoledì ha completato il suo percorso di studi, laureandosi in Giurisprudenza. Giacca e cravatta, ma con una particolarità: discussione e proclamazione dal salotto di casa. Questa è la laurea ai tempi dell'emergenza coronavirus. Un servizio efficiente, messo a disposizione dall'Università di Bologna. "Ovviamente non immaginavo di concludere questo percorso così senza amici e parenti e mi è dispiaciuto non poter festeggiare subito con loro - confessa Marra -, ma so che l'università ha in programma di organizzare una cerimonia ufficiale più avanti quando la situazione sanitaria del paese lo consentirà. La salute pubblica viene prima di ogni altra cosa, per cui ci sarà tempo per i festeggiamenti". Non è mancato comunque il brindisi in famiglia: "In attesa di poter organizzare una festa più avanti, al momento mi sono limitato a qualche videochiamata e all'apertura di una bottiglia di prosecco in casa".

Marra spiega come funziona la laurea online: "L'Università di Bologna utilizza la piattaforma Microsoft Teams. Tutti gli studenti laureandi si sono dovuti collegare contemporaneamente con un microfono e webcam spenti e a turno in base alla propria posizione in lista si veniva invitati a riattivare microfono e webcam per partecipare alla discussione. Sfortunatamente ero penultimo in lista per cui ho dovuto aspettare quasi quattro ore collegato, ma alla fine è andata bene e non ci sono stati particolari problemi di connessione". Nonostante la distanza fisica tutto è quindi filato liscio: "La discussione è durata nel complesso circa 12 minuti compresa la proclamazione". Poi la grande attesa: la commissione ha stabilito il voto in una chat a parte su Whatsapp prima di comunicarlo.

Carlo non era solo, ma poteva contare sul sostegno morale a distanza. Illustra il neo laureato: "Lo strumento utilizzato permette a chi possiede un account dell'Unibo di collegarsi tramite il link della seduta di laurea e poter assistere da remoto. Così alcuni miei amici hanno potuto "presenziare" e lo stesso vale per mio fratello che vive a Milano al quale ho girato una delle tre credenziali che l'università metteva a disposizione di ciascun laureando per amici e parenti". Festa rimandata. Ma non solo. "Purtroppo è saltato anche il viaggio di laurea che avevo in programma negli Stati Uniti per la settimana prossima, ma almeno ho ricevuto un rimborso completo - racconta Carlo -. Spero che questa situazione di emergenza si risolva il prima possibile anche perchè vorrei cominciare al più presto il tirocinio da Avvocato. Quando sarà tutto finito mi auguro che da questa esperienza possa derivare una maggiore coesione sociale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento