Lavoratori intrappolati nelle "scatole cinesi" dei subappalti: salvati 10 posti di lavoro

Fumata bianca per il salvataggio di dieci lavoratori, con il possibile recupero degli arretrati, in un servizio di logistica e installazioni in subappalto per conto di Unieuro

Fumata bianca per il salvataggio di dieci lavoratori, con il possibile recupero degli arretrati, in un servizio di logistica e installazioni in subappalto per conto di Unieuro. Nella serata di giovedì si è raggiunto l’accordo alla Prefettura di Forlì riguardante una decina di lavoratori che stavano attraversando grossi problemi da diversi mesi. L’accordo si è raggiunto a fronte di 24 giorni di sciopero ad oltranza dei lavoratori  e la denuncia della Cgil di Forlì effettuata congiuntamente alle categorie interessante Filcams , Filt e Fiom di un sistema di appalti  di servizi facenti capo ad Unieuro e poi, di subappalto in subappalto esternalizzati  dopo tre passaggi a MP1 srls quale affidatario finale del servizio. “Scatole cinesi, in cui si annida lo sfruttamento del lavoro”, chiosa una nota dei sindacalisti Cgil Maria Giorgini, Luigi Montesano, Viola Malandra e Mariangela Bandini.

L’azione del sindacato è stata sostenuta dal sindaco Bertinoro Gabriele Fratto, dal momento che la sede di lavoro era a Santa Maria Nuova ed ha prodotto – spiega una nota dei sindacalisti - “il recupero immediato delle mensilità non pagate e un percorso per la restituzione delle differenze retributive e contributive. Per quanto riguarda la continuità occupazionale, i lavoratori in forza ad MP1 srls saranno ricollocati dal 15 giugno presso  l’azienda FAST.EST S.r.l  appaltatore diretto di Unieuro, senza ulteriori intermediari, con contratto a tempo indeterminato, senza periodo di prova e svolgendo la medesima mansione”.

“Il committente Unieuro presente all’incontro e firmatario del verbale di chiusura della vertenza, ha garantito il monitoraggio del percorso  per il recupero del pregresso e per la garanzia occupazionale. E’ evidente, che il sacrificio dei lavoratori, la fermezza della CGIL di Forlì e delle categorie Filcams, Filt e Fiom interessate, come il proficuo supporto delle Istituzioni , ha determinato la conclusione positiva della difficile vertenza. E’ altresì opportuno ribadire che, anche nel territorio forlivese, il sistema degli appalti si configura spesso come un sistema organizzato di sfruttamento che favorisce lo sviluppo di un’economia parallela. Su questo continueremo a denunciare e a chiedere legalità e rispetto della dignità delle persone”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata torna in Corso della Repubblica: colpaccio con soli 3 euro

  • Due concorsi per una settantina di posti nel pubblico impiego, la Cgil organizza la formazione

  • Assalita nella lite condominiale a suon di 'terrona' e 'morta di fame': l'amara segnalazione di una donna

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

  • "Ripuliva" i soldi delle fatture false in una sala giochi: riciclaggio sull'asse Faenza-Forlì, sequestro da un milione di euro

  • Escort e over 45, la trasgressione non ha età: il lato piccante e proibito di Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento