Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Lavoravano nel turismo, ma il Covid cambia i loro progetti: aprono un bar seguendo la tradizione di famiglia

"Abbiamo scelto il nome Pangea, che richiama le terre emerse prima che si dividessero, quando erano ancora unite”

Un bistrò con atmosfera di casa, accogliente per tutti, ecco la filosofia seguita dal bar Pangea, che è stato appena inaugurato in via Benedetta Bianchi Porro, nella zona di Bussecchio (il locale è su via Biagio Bernardi). I due proprietari, Alessia, 30 anni, e Marco, 27 anni, hanno iniziato a pensare a questo progetto quando, ad inizio 2020, i genitori di Alessia hanno rilevato il locale. “I miei genitori hanno già un bar - spiega Alessia - Io non pensavo, però, che avrei fatto il loro stesso mestiere. Sia io sia il mio ragazzo, Marco, abbiamo lavorato come receptionist al mare per diversi anni. Non era in programma aprire un bar. Poi i miei hanno preso il locale e c’è stata la pandemia, lì è cambiato tutto”.

I due ragazzi hanno quindi deciso di occuparsi direttamente del bar. “Volevamo che fosse nostro, avesse un po’ la nostra filosofia - continua Alessia - Dopo il covid e il distanziamento volevamo creare un luogo che potesse essere una casa per tutti, che fosse familiare e accogliente. Ecco perché abbiamo scelto il nome Pangea, che richiama le terre emerse prima che si dividessero, quando erano ancora unite”. Il bar, che fa anche alcuni semplici pasti per pranzo, è aperto dalle cinque della mattina fino all’aperitivo. I piatti sono pochi e vogliono mischiare tipiche ricette domestiche da tutto il mondo.

Alessia aggiunge: “Vogliamo che sia una casa per tutti, a prescindere da dove vengono. I cibi sono multietnici e riprendono ricette da ogni parte della terra. Chiunque si deve sentire accolto nel bar Pangea”. L'inaugurazione c'è già stata, conclude l'esercente: "Siamo soddisfatti. Molti residenti del quartiere sono già venuti. Speriamo di poter continuare così".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoravano nel turismo, ma il Covid cambia i loro progetti: aprono un bar seguendo la tradizione di famiglia

ForlìToday è in caricamento