Forlì si illumina a led: già sostituiti oltre 5mila punti luce, al via la seconda parte dei lavori

Gli operatori di Hera Luce stanno procedendo con il secondo ed ultimo lotto dei lavori, che saranno completati entro settembre

Continuano i lavori del progetto di miglioramento dell’efficienza energetica del servizio di illuminazione pubblica a Forlì. Dopo la conclusione della prima tranche dei lavori, durante la quale sono stati sostituiti i primi 5.500 punti luce nella parte ovest della città, gli operatori di Hera Luce stanno procedendo con il secondo ed ultimo lotto dei lavori, che saranno completati entro settembre, di conversione di oltre la metà dei corpi illuminanti del territorio comunale alla nuova e più efficiente tecnologia a led. L’intervento di manutenzione straordinaria è eseguito da imprese locali e rientra fra le attività incluse nel contratto di gestione del servizio di pubblica illuminazione che la società del Gruppo Hera ha in concessione.

L'importante investimento per questo progetto di riqualificazione energetica è di oltre 3,8 milioni di euro, interamente a carico di Hera Luce, che recupererà l’importo con il risparmio energetico ottenuto grazie alla sostituzione di punti luce obsoleti con nuovi apparecchi a led, quindi senza nessun onere per i cittadini. Il progetto di riqualificazione energetica riguarderà complessivamente oltre 11.000 punti luce a vapori di mercurio (pari a circa la metà dei corpi illuminanti del territorio di Forlì) non più efficienti dal punto di vista illuminotecnico, che saranno sostituiti con 9700 nuovi apparecchi con tecnologia a led e oltre 1300 con quelli a vapori di sodio ad alta pressione.

Risparmio del 47% annuo e benefici ambientali

"La riqualificazione - spiega Hera - darà una risposta significativa a un'ampia parte del territorio comunale di Forlì: infatti, grazie a questo intervento, per risparmiare energia non si dovrà più procedere agli spegnimenti di alcuni punti luce, che in passato avevano creato qualche problema in alcune zone della città. A regime, una volta completati i lavori di efficientamento, il Comune potrà contare su un risparmio energetico medio pari al 47% (2.076.000 kWh) rispetto allo stato di partenza degli impianti, equivalente a 388 tonnellate equivalenti petrolio l’anno e alla mancata emissione in atmosfera di 837 tonnellate di Co2" .

 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in ospedale: 20enne si lancia nel vuoto e perde la vita

  • Tragedia sui binari, muore una 13enne. Traffico ferroviario in tilt: cancellazioni e ritardi

  • Un forlivese taglia il traguardo dell'Ironman 2019 tra i primi cinque

  • Il maggiordomo vince in tribunale ed eredita 4 milioni di euro

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

  • Si schianta contro un furgone e resta incastrato sotto un'auto: grave un motociclista

Torna su
ForlìToday è in caricamento