rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Centro storico

Piazza Saffi, non solo aiuola colorata: iniziati i lavori per il montaggio dei nuovi lampioni

Entra nel dettaglio il primo cittadino: "Per prima cosa, in questi giorni, operai esperti installeranno i primi 7 candelabri che costituiscono la struttura portante dei nuovi lampioni"

E' tempo di novità per Piazza Saffi. Dopo il restyling dell’ellisse che ospita la statua di Aurelio Saffi, con nuovi colori che rendono più armoniosa e piacevole da vedere il cuore della città, sono iniziati i lavori di montaggio dei nuovi lampioni, che, spiega il sindaco Gian Luca Zattini, stanno avvenendo "dopo una lunga opera di restauro concordata con la Soprintendenza di Ravenna".

Entra nel dettaglio il primo cittadino: "Per prima cosa, in questi giorni, operai esperti installeranno i primi 7 candelabri che costituiscono la struttura portante dei nuovi lampioni.  Poi sarà la volta del montaggio delle campane, dei cestini per i fiori, dell’anello di giunzione frangi acqua e dell’incastro a croce che supporta le vere e proprie luci a led. Infine, verranno posizionati gli ornamenti".

Conclude Zattini: "Una volta conclusa questa prima fase di lavorazioni, la stessa procedura verrà riservata agli altri 7 lampioni di Piazza Saffi". Risolto il nodo del colore, con i lampioni avranno una tinta "marroncina". La seconda parte dei lavori, che interessano anche Piazzale della Vittoria, partirà dal 19 luglio: entro l'autunno quindi i 16 storici lampioni di piazza Saffi e i 4 di piazzale della Vittoria saranno belli, rinnovati e scintillanti.

L'intervento

Hanno 88 anni quelli di piazza Saffi, mentre sono ancora più antichi i 4 di piazzale della Vittoria. Quelli in piazza furono realizzati nel 1933 in occasione del rifacimento monumentale dell'arredo del quadrilatero. I lavori si dovevano concludere entro la fine del 2021 e prevedono il riposizionamento di nuovi pali portanti identici ai precedenti, mentre tutte le componenti storiche ornamentali quali basamenti e decori in ghisa, fregi e targhe in bronzo, fioriere, tappi e braccetti porta corpi illuminanti sono stati restaurati. L'intervento si è reso necessario in quanto le strutture portanti stavano mostrando segni di instabilità, degrado ed insicurezza. I ‘vecchi’ pali verranno presi in custodia e tutelati perché rappresentano un patrimonio storico e architettonico della città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Saffi, non solo aiuola colorata: iniziati i lavori per il montaggio dei nuovi lampioni

ForlìToday è in caricamento