La fibra ottica arriva dentro le case: al via i lavori di posa in città

Rossana Bonfitto, City manager Open Fiber a Forlì, ha commentato l’arrivo della rete a banda ultra larga in città nel corso di un incontro sulle tecnologie disponibili in provincia promosso da Confedilizia al Centro studi dell’Ape

"Open Fiber porta la fibra direttamente nelle case dei cittadini: è un’opportunità per tutti, per questo motivo la collaborazione tra istituzioni, cittadini e associazioni è fondamentale". Così Rossana Bonfitto, City manager Open Fiber a Forlì, ha commentato l’arrivo della rete a banda ultra larga in città nel corso del Salotto informativo sulle tecnologie disponibili in provincia promosso da Confedilizia al Centro studi dell’Ape. Un’assemblea interattiva, quella che si è svolta lo scorso week end, aperta a tutti per discutere dei vantaggi e dei possibili disagi legati ai lavori per la posa della fibra, che partiranno proprio nei prossimi giorni.

"La convenzione con il Comune di Forlì - ha spiegato Bonfitto - stabilisce le modalità e i tempi di scavo e ripristino per la posa della fibra ottica. Per il cablaggio del territorio utilizzeremo oltre il 30% delle infrastrutture esistenti, mentre per gli scavi utilizzeremo tecniche innovative e poco invasive”. Open Fiber investirà circa 15 milioni di euro per cablare oltre 43mila unità immobiliare attraverso 63mila chilometri di fibra. "La copertura sarà in modalità Ftth (Fiber To The Home), ossia fibra fino a casa, che consente prestazioni non raggiungibili con le reti in rame (Adsl) o fibra/rame (Fttc) - ha aggiunto la City Manager intervenendo all’evento di Confedilizia – pertanto è indispensabile la collaborazione anche con gli amministratori di condominio per ultimare il famoso ultimo miglio in fibra, che entrerà direttamente nelle case degli utenti che richiedono l’attivazione".

La nuova infrastruttura consentirà di navigare sul web fino a 1 Gigabit al secondo assicurando così il massimo delle performance. Tra qualche giorno, dunque, cantieri aperti per portare la fibra in città, che aiuterà le imprese del territorio a migliorare il loro modello di business e la pubblica amministrazione nei rapporti con i cittadini. Ma gli effetti saranno tangibili perfino in strada, grazie allo sviluppo di tecnologie per la videosorveglianza o la regolazione intelligente dei flussi di traffico.

"Nell’ambito dei periodici Salotti informativi dedicati agli Utenti del Bene Casa organizzati dal nostro Centro Studi - spiega Carlo Caselli, èresidente di Ape-Confedilizia di Forlì-Cesena – abbiamo ritenuto necessario svolgere un approfondimento sul tema, data la delicatezza della materia ed il possibile insorgere di contenziosi. Ne è nato un dibattito serio e costruttivo, come testimoniato da numerosi degli intervenuti, i quali hanno manifestato il loro gradimento alla iniziativa”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Punta un euro su un gratta e vinci e non crede ai propri occhi: il "Sette e mezzo" è fortunato

  • Nel weekend tornano freddo e neve, ecco dove sono attesi i fiocchi. Ma l'inverno non decollerà

  • E' confermato il ritorno della neve, ecco dove sono attesi i fiocchi bianchi: allerta "gialla"

  • Porta l'auto dal meccanico e dal cofano spunta una micia: "E' una gatta di casa, cerchiamo la sua famiglia"

  • Pit stop "stupefacente" dal gommista: la Squadra Mobile scopre il canale della droga per Forlì

  • Cinquantenne malata di un grave tumore salvata dai primari di Forlì e Rimini

Torna su
ForlìToday è in caricamento