menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavoro, 48mila euro di contributi per assumere persone svantaggiate

La Regione Emilia Romagna ha approvato gli elenchi provinciali dei datori di lavoro che beneficeranno dei contributi per l’assunzione di persone in particolari situazioni di difficoltà occupazionale

 La Regione Emilia Romagna ha approvato gli elenchi provinciali dei datori di lavoro che beneficeranno dei contributi per l’assunzione di persone in particolari situazioni di difficoltà occupazionale, previsti dall’azione di sistema Welfare to work. Le domande pervenute lo scorso ottobre sono state complessivamente 226. 183 sono state dichiarate ammissibili per un totale di 794mila e 600 euro di contributi da erogare alle aziende.

“Nella Provincia di Forli-Cesena” - spiega il consigliere Thomas Casadei, capogruppo PD in Commissione Lavoro, Scuola, Formazione professionale - “sono state accolte 13 domande per un totale di quasi 48 mila euro di contributi a fondo perduto (il 30% della retribuzione lorda annua e non superiore a 5.000 euro) per le aziende e le cooperative sociali che assumono a tempo indeterminato persone in carico ai servizi sociali o genitori soli con figli a carico. Si tratta di persone in condizioni che, in base alle analisi del Ministero del Lavoro, trovano maggiori difficoltà di accesso e permanenza nel mercato del lavoro, soprattutto sopra i 40 anni di età. Particolarmente colpite sono le madri sole disoccupate che spesso sono costrette a rientrare nella famiglia di origine per le difficoltà causate dalla mancanza di reddito sufficiente alla sussistenza autonoma.”

 “L’azione di re-impiego” - prosegue Casadei -  “prevede anche la possibilità di partecipare a percorsi formativi personalizzati e sostegno all’avvio di una attività autonoma con l’obiettivo di fornire loro strumenti per emanciparsi da una difficile situazione economica. La Regione Emilia-Romagna con questi incentivi dimostra ancora una volta, pur nelle ristrettezze di bilancio determinate dalla attuale situazione di grave crisi economica, la propria attenzione per il sostegno alle persone più deboli e vulnerabili della popolazione nel contesto di una visione solidale della società."
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento