menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Quando l'ente pubblico aiuta, aumentano i posti di lavoro

Di fronte alla richiesta dell'impresa, il Centro per l'Impiego ha effettuato una ricerca nella propria banca dati, selezionando una serie di curriculum vitae di lavoratori disponibili all'impiego

La recente apertura del nuovo punto vendita Eurospin a Forlì, inaugurato alla fine di marzo in via Baldassari, traversa di viale Bologna (zona Cava), ha visto protagonista, nella sua azione di sostegno, il Centro per l’Impiego della Provincia di Forlì-Cesena. Nell’esercizio della funzioni specifiche previste dalla legge, il Centro per l’Impiego di Forlì ha fornito un utile supporto alla catena di distribuzione Eurospin nell’attività di incrocio domanda/offerta di lavoro.

In che cosa è consistita tale collaborazione pubblico-privato? Di fronte alla richiesta dell’impresa, il Centro per l’Impiego ha effettuato una ricerca nella propria banca dati, selezionando una serie di curriculum vitae di lavoratori disponibili all’impiego, in base alle qualifiche e tipologie richieste. Quindi sono state effettuate le preselezioni da parte del personale del Centro per l’Impiego, fino a identificare una rosa di circa 35 nominativi che sono stati consegnati ai referenti di Eurospin, che, grazie alle strutture logistiche del Centro stesso e quindi senza ulteriori oneri (locali, convocazioni etc.), hanno condotto i propri ed autonomi colloqui, giungendo infine alla scelta dei 12 soggetti da assumere.
 
Commenta l’assessore provinciale al Lavoro e attività produttive Denis Merloni: “Questo è uno dei casi di proficua collaborazione con le aziende del territorio, che può servire a  rendere più concreto un concetto generale che spesso sostengo: senza condizionare le normali dinamiche del mercato, l’ente pubblico può svolgere una fondamentale azione di sostegno all’insediamento di nuove attività economiche, nella massima trasparenza ed autonomia delle singole parti.

L’iter che abbiamo gestito per conto di Eurospin dimostra che quando un servizio pubblico viene svolto con qualità non teme di essere messo alla prova e produce ricadute positive sul tessuto economico locale, in questo caso con la formazione di nuovi posti di lavoro, che sappiamo tutti quanto possano essere preziosi in questo particolare momento di crisi economica. Rilancio quindi l’invito alle imprese del territorio a valorizzare i servizi del Centro per l’Impiego, che sono gratuiti e gestiti con professionalità”.
 
Il supporto fornito ad Eurospin è stato uno dei più consistenti, per mole di lavoro e per numero di risorse ricercate dell’ultimo periodo. Ma non è certamente il solo: nel 2012 ai tre Centri per l’Impiego della Provincia di Forlì-Cesena si sono rivolte ben 880 aziende richiedenti personale (di queste 366 al Centro per l’Impiego di Forlì), per un totale di 1.685 lavoratori richiesti (di cui 738 al Centro per l’Impiego di Forlì). Attualmente nelle banche dati sono disponibili 10.568 curriculum (di cui 4.857 nel Centro per l’Impiego di Forlì).
 
Interviene sul servizio svolto dal Centro per l’Impiego di Forlì Emiliano Cristofori, coordinatore d'area ufficio commerciale - Gruppo Eurospin: “Il fatto di rivolgersi al Centro per l’Impiego fa parte di una scelta aziendale dettata dalla volontà di entrare in contatto con il territorio attraverso  il territorio stesso. Questo proprio per il fatto che siamo un’azienda che “vive del territorio per il territorio”. Sarebbe un controsenso, avendo una diffusione così capillare, non tenere conto di questa nostra prerogativa irrinunciabile senza tenere fede al patto con la clientela presente su tutti i nostri territori di  riferimento. Fin dai primi contatti, abbiamo potuto toccare con mano la validità e la competenza del personale del Centro per l’Impiego di Forlì, che ci ha sottoposto una rosa di circa 30/35 candidati, consentendoci di effettuare un’attenta ed approfondita prima scrematura attraverso colloqui individuali. Fatto questo, il Centro per l’Impiego ha continuato la sua attività con un feed-back su ognuno dei colloqui effettuati, condividendo con noi i punti di forza  e di debolezza di ciascun candidato e le relative attitudini, individuando poi attraverso un secondo colloquio i candidati ideali da assumere presso il punto vendita. Delle risorse selezionate ed assunte, ad oggi,  l’80% hanno superato il periodo di prova e sono in forza presso la filiale”.

La nuova filiale di Forlì è inserita in un contesto aziendale, quello di Eurospin, che si sviluppa su tutto il territorio nazionale e nella vicina Slovenia con un totale di circa 930 punti vendita considerando sia il canale diretto che quello degli affiliati /franchising. Il canale che interessa Forlì è quello dei negozi gestiti con la formula diretta che ad oggi conta quasi 500 negozi in Italia con circa 6.000 dipendenti, dato che annualmente viene incrementato di circa 400/500 unità considerando anche i nuovi punti vendita che il gruppo inaugura. Circa il 65% del personale assunto è di sesso femminile.

Luca Bettoni, responsabile sviluppo di zona – gruppo Eurospin,  illustra le motivazioni che hanno portato alla decisione di investire sul territorio forlivese: “La politica di sviluppo sul territorio, proprio enfatizzando la nostra filosofia aziendale “qualità conveniente” , prevede l’apertura di nuovi punti vendita in zone o località aventi bacini di utenza dai 10.000 abitanti in su, a prescindere dalle realtà concorrenti presenti sulla piazza. Non è quindi tanto il territorio forlivese in se per sé il “terreno di conquista” , quanto la logica di affrontare il mercato con la consapevolezza di portare in tutte quelle piazze dove non siamo ancora presenti, il marchio Eurospin al fine di far conoscere i nostri prodotti e la nostra qualità. Il Gruppo Eurospin ha approvato un codice etico per poter lavorare sui territori di propria competenza ai sensi di tutte le normative vigenti ed in rispetto di tutte le procedure delle varie regioni. Nel caso di Forlì, sebbene l’iter burocratico sia stato abbastanza lungo, è stato possibile, nel rispetto delle norme urbanistiche ed edilizie, ottenere una progettazione e successiva realizzazione in linea con gli standard aziendali del gruppo, che vogliono essere un segno unico e distintivo del brand. Per quanto riguarda i primi risultati a Forlì, possiamo dire di essere molto soddisfatti e i numeri sembrano essere ampiamente in linea con i dati che ci si era prefissati. Ci tengo infine a sottolineare che uno dei nostri principali punti di forza è proprio il personale addetto assunto nei negozi, perché i dipendenti stessi, assieme ai nostri prodotti, rappresentano il nostro valore aggiunto con il quale ci presentiamo al consumatore”.

Emilano Cristofori conclude specificando meglio il valore della formazione nella politica di crescita delle risorse umane del Gruppo Eurospin: “Ai soli fini statistici mi preme sottolineare che, a livello di gruppo, nel 2012 il nostro ufficio formazione ha erogato circa 3.000 ore di aula a tutto il nostro personale, in particolare al personale addetto nei punti vendita, formazione che gravita principalmente sul valore delle persone e sulla qualità delle risorse viste come principale valore aggiunto e chiave per il successo aziendale, motivando le persone e rendendole parte, non solo di un’azienda, ma proprio di un progetto che cresce assieme al successo del negozio, attraverso la soddisfazione del cliente”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento