menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le farmacie per la "cittadinanza debole": consegna gratuita dei medicinali a casa

Le farmacie private associate a Federfarma Forlì e Cesena sono da sempre al servizio del cittadino e sono disponibili ad effettuare “gratuitamente“ il servizio

Le Farmacie Private associate a Federfarma Forlì e Cesena sono disponibili ad effettuare "gratuitamente" il servizio di consegna farmaci a domicilio.  Spiega Federfarma: "Il numero verde gestito da un Call Center di Federfarma Nazionale (800.189.521) sin dall’anno 2015, attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18, è rivolto a persone non in grado di recarsi in Farmacia perché affette da disabilità o patologie gravi e che non hanno nessuno che possa andare in Farmacia per loro conto. Il Call Center, grazie ad un programma di geo- localizzazione, individua la Farmacia più vicina alla residenza e/o domicilio della persona interessata e la mette immediatamente in contatto con la Farmacia localizzata onde accordarsi sul servizio e sulla consegna.  Questo è un servizio che non copre le esigenze aventi carattere di urgenza".

"Il nuovo servizio, attivato l'11 marzo in collaborazione con la Croce Rossa Italiana (800.065.510), attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7, è destinato a persone con oltre 65 anni, soggetti con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (oltre 37,5°), persone non autosufficienti o sottoposte alla misura della quarantena o, in ogni caso, risultati positivi al coronavirus, in possesso di prescrizione medica - viene chiarito -. Il servizio prevede che l’operatore del numero verde contatti il Comitato della Croce Rossa più vicino territorialmente; i volontari, riconoscibili in uniforme, ritirino la ricetta presso lo Studio Medico in busta chiusa o acquisiscano il numero NRE ed il codice fiscale del Destinatario del farmaco e si rechino nella Farmacia indicata dal cittadino e in quella più vicina; i medicinali vengano consegnati in busta chiusa al Cittadino-Paziente-Utente; il servizio di consegna sia completamente gratuito; attraverso la consegna a domicilio sia inoltre possibile richiedere lo scontrino fiscale da utilizzare per le detrazioni fiscali, fornendo ai volontari della Croce Rossa la tessera sanitaria o il codice fiscale". 

Si sottolinea che "entrambi i servizi, che operano parallelamente, sono rivolti ai Cittadini – Utenti in possesso dei predetti requisiti e sono riservati alla cosiddetta “Cittadinanza debole e fragile“. L’Ausl della Romagna (prot.n. 2020/0067012/p del 16 marzo 2020) ha redatto, inoltre, opportune indicazioni per facilitare la consegna di farmaci e dispositivi dai Centri di Distribuzione Diretta Ospedaliera al domicilio come ulteriore misura rivolta a ridurre i rischi di contagio legati agli spostamenti, anche verso i citati Centri di Distribuzione Ospedaliera. 
I cittadini che usufruiscono della erogazione farmaci dai Centri di Distribuzione Diretta Ospedaliera possono contattare il Punto di Distribuzione Ospedaliera presso il quale accedono abitualmente oppure rivolgersi alla Farmacia Territoriale di fiducia e richiedere i farmaci di cui necessitano e sarà compito della Farmacia Territoriale di fiducia contattare il Punto di Distribuzione Ospedaliera per farsi inviare celermente in Farmacia la terapia stabilita e stabilizzata che non necessita di accessi in Ospedale per visite e esami correlati alla suddetta terapia.  Sarà cura, poi, dei farmacisti-operatori ospedalieri predisporre la fornitura necessaria e recapitarla al cittadino/direttamente oppure tramite la Farmacia Territoriale di fiducia e si precisa che entrambi i servizi sono gratuiti. I punti di distribuzione ospedaliera e le farmacie territoriali sono pronte a fornire tutte le informazioni ai cittadin interessati". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento