rotate-mobile
Giovedì, 25 Aprile 2024
Cultura

Le origini del fascismo: la Regione presenta un libro ed un portale web dedicato alle violenze squadriste

"Quella del fascismo fu una affermazione militare, basata sull'annichilimento degli avversari, e solo successivamente politica", sottolinea il curatore scientifico dell'opera, Andrea Baravelli dell'Università di Ferrara

A cento anni dalla marcia su Roma, la Regione Emilia-Romagna sostiene un libro e un portale web tutti dedicati allo squadrismo fascista. Curato da 11 istituti storici della Resistenza e dell'età contemporanea emiliano-romagnoli, lo studio "Le origini del fascismo in Emilia-Romagna (1919-1922)" è uscito per l'editore Pendragon e racconta la progressiva ascesa delle camicie nere nelle diverse province emiliane, con percorsi trasversali sui temi chiave. Particolare attenzione viene data gli atti di violenza degli squadristi, elencati uno per uno. Il portale web, poi, offre la possibilità di consultare a distanza il materiale documentario, foto e testi di vario tipo, comprese le fonti del fascismo stesso.

"Quella del fascismo fu una affermazione militare, basata sull'annichilimento degli avversari, e solo successivamente politica", sottolinea il curatore scientifico dell'opera, Andrea Baravelli dell'Università di Ferrara. La presentazione del volume avviene all'indomani dell'adesione della Regione alla LIberation Route, anticamera per lo sviluppo di percorsi storico-culturali e anche turistici lungo la linea gotica. "Vorrei trasformare questo territorio in una specie di lavagna per l'insegnamento della storia", dice in proposito l'assessore regionale alla Cultura, Mauro Felicori. Il quale non si sottrae al dibattito sul Governo guidato da Fratelli d'Italia.

"In tutta onestà - dice - spero che l'esperienza del Governo Meloni contribuisca positivamente a superare tante delle questioni che abbiamo ereditato dal XX secolo, spero sia un passo avanti". Il libro, che Felicori si augura "faccia discutere", è uscito venerdì scorso "e ha avuto una ottima accoglienza sia nelle librerie che nelle biblioteche pubbliche", fa sapere intanto l'editore Antonio Bagnoli di Pendragon, anch'egli alla presentazione ufficiale di volume e portale web oggi nella sede della Regione Emilia-Romagna. "A dimostrazione- aggiunge l'editore- che quando un volume è ben realizzato un mercato c'è". Per ora ne sono state stampate 1.200 copie. (fonte Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le origini del fascismo: la Regione presenta un libro ed un portale web dedicato alle violenze squadriste

ForlìToday è in caricamento