Le origini del Jazz tra Stati Uniti e Brasile protagoniste all'Arena San Domenico

La serata pensata dall’associazione Musicians si è conclusa con scroscianti applausi per l’esibizione dell’orchestra Jazz e della professoressa Catia Giannantonio

Un nutrito numero di spettatori ha seguito il concerto “Woman in Jazz” in programma domenica sera nella seconda serata della rassegna estiva nell’arena al San Domenico, seppur non al completo nei posti come nella serata d’inaugurazione. I concertisti hanno ringraziato per la presenza comunque numerosa, composta di un pubblico che ha calorosamente apprezzato l’esibizione dei musicisti che sono stati presentati dalla cantante jazzista Carmen Giannantonio: Simone La Maida al sax, al pianoforte Roberto Stefanelli, al contrabbasso Stefano Travaglini e alla batteria Edoardo Viola. La cantante, docente di canto jazz al conservatorio “Rossini “ di Pesaro è un’affermata artista del genere ed una musicista che nel corso della serata tra un brano e l’altro ha spiegato l’esibizione: “i brani - ha detto in apertura - sono gli standard del jazz che percorrono tutto il ‘900 con qualche divagazione al Brasile. Ci tenevo ad introdurre il concerto anche per parlare del lavoro che ho fatto su una cantante Jazz, Carmen McRae, una delle più importanti jazziste del XX secolo e ho voluto proporre un analisi dei suoi brani in un libro che uscirà pubblicato nei prossimi giorni".

"Il concerto – ha continuato la Giannatonio che vive a Forlì - è iniziato con un brano di  Johnny Mercer autore famosissimo, a seguire uno di Cole Porter anch’egli notissimo compositore".La serata si è quindi sviluppata sulle note dell’origine del Jazz tra Stati Uniti e Brasile, tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento, nel tempo di circa due ore apprezzatissime. Infatti, il pubblico delle serate in musica all’arena San Domenico comprende amanti del genere e di varia provenienza, che scelgono la città per la propria programmazione musicale personale da seguire, esperti delle rassegne sul territorio. I commenti di due spettatori presenti al concerto di domenica sera a Forlì, Claudio Borghi da Ravenna e Roberta Gasparello di Forlì, che abitualmente seguono le rassegne musicali e culturali della Romagna, rappresentano quelli di un pubblico esperto anche nei luoghi delle città, nel caso di Forlì anche competenti nelle bellezze e negli interventi di restauro principali eseguiti per restituire antichi luoghi a nuovi utilizzi.

Entrambi hanno rilevato che l’informazione quest’anno è stata più parsimoniosa e dunque l’accesso alle notizie sulla rassegna serale al San Domenico è avvenuta per Roberta Gasparello tramite la mailing list di Gabriele Zelli, ex assessore del Comune di Forlì. Ciò che è importante mettere in rilievo è che le rassegne culturali programmate dalla città consentono di potersi organizzare serate nella Regione all’insegna della variabilità, tracciando un percorso personale sull’interesse dell’ambito che si apprezza maggiormente e che si segue. Specialmente le serate gratuite sono quelle più seguite, proprio perché consentono di poter accedere, considerati gli spostamenti, agli eventi con un risparmio sul biglietto d’ingresso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le norme da seguire obbligatoriamente relative al periodo che stiamo vivendo per evitare la propagazione del contagio non hanno permesso che tutti i Comuni del territorio si potessero organizzare con la stessa ricchezza di eventi come è stato fino all’anno scorso. Tuttavia, le rassegne organizzate costituiscono importanti attrattive per tutti, anche per il turismo sulla costa, evidenziando le città che si sono maggiormente impegnate per la ripartenza nel settore della Cultura. La serata pensata dall’associazione Musicians si è conclusa con scroscianti applausi per l’esibizione dell’orchestra Jazz e della professoressa Catia Giannantonio

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tabaccheria ancora baciata dalla fortuna, nuovo terno al Lotto: "Forse una data di nascita"

  • Coronavirus, ecco il nuovo dpcm punto per punto: ristoranti chiusi alle 18. Stop per palestre, cinema e teatri

  • Forlì spiccherà il volo verso Spagna, Germania e Ungheria: ufficializzata la terza compagnia

  • Aeroporto, il Ridolfi torna sui radar di tutto il mondo: si parte con i voli commerciali

  • Coronavirus, contagi in aumento. Bonaccini non esclude una stretta sulle scuole

  • L'aeroporto di Forlì alla conquista del Mediterraneo: si allunga la lista delle compagnie

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento