Venerdì, 15 Ottobre 2021
Cronaca

Le scuole cattoliche: "Didattica a distanza con la passione educativa di sempre"

"Comprendiamo bene il sacrificio che stanno compiendo i bimbi, i ragazzi e le loro famiglie", viene evidenziato

Didattica a distanza "con la passione educativa di sempre per il bene di bambini e ragazzi, in rapporto con le famiglie". Anche il Tavolo delle scuole cattoliche, materne, elementari e  medie, costituito da oltre un anno nella diocesi di Forlì-Bertinoro e di cui è coordinatore don Enrico Casadio, evidenzia che "in questa nuova fase di zona rossa con conseguente sospensione dei servizi per l’infanzia e con lo svolgimento della didattica a distanza per le scuole di ogni ordine e grado, ci teniamo ad affermare quanto sia per noi una sfida quotidiana stare in questa circostanza per il bene di bambini e ragazzi, attraverso la loro educazione e formazione ed il rapporto con le loro famiglie".

"Crediamo sia decisivo tentare di essere veramente prossimi, pur tra limiti e limitazioni imposte a causa della pandemia da covid 19 - viene evidenziato -. Ci proponiamo di essere, in sintonia con l’annuncio pasquale, propagatori di speranza, elemento sempre sperimentabile anche quando il profumo dell’iniziale ottimismo andrà tutto bene non si sente più, ormai da mesi. Certamente l’incertezza normativa ed il poco preavviso di certe decisioni non facilitano il nostro lavoro, ma siamo consapevoli che la situazione è difficile per tutti. Ogni realtà risponde per quello che può e per quello che si sente di fare, prendendo decisioni spesso molto delicate e in tempi rapidissimi. Il tavolo delle paritarie della diocesi è un luogo utile e prezioso per la possibilità di dialogo e di confronto che offre, non per omologare ma per valorizzare la ricchezza che ogni diversa realtà porta. 

Le Scuole cattoliche ribadiscono infine il loro impegno educativo anche in queste circostanze: "Comprendiamo bene il sacrificio che stanno compiendo i bimbi, i ragazzi e le loro famiglie. Un particolare ringraziamento va alle dade, alle maestre ed ai professori che si sono sempre dimostrati generosi e disponibili ad adattarsi alle nuove modalità educative. Nel pieno rispetto di questo sacrificio, come scuole crediamo che il nostro compito sia quello di mettere la massima tensione educativa, pedagogica e formativa attraverso quelle modalità relazionali consentite, fossero per un po’ anche solo quelle a distanza. Ciò non toglie che la nostra preferenza, appena possibile, sia quella di tornare alle lezioni in presenza, ma non vogliamo che questo rimanga solo una recriminazione, ma sia piuttosto l’occasione di tentare di costruire qualcosa di buono, sempre e comunque. La possibilità di cooperare al bene non viene mai meno, anche in circostanze complicate come quella che stiamo vivendo. Fare percepire, trasmettere questo ai bimbi e ai ragazzi è già profondamente educativo. E una riscossa in atto che tentiamo di affermare, con la passione educativa di sempre". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le scuole cattoliche: "Didattica a distanza con la passione educativa di sempre"

ForlìToday è in caricamento