Cronaca

Le scuole "La Nave" rinunciano alle rette e attivano una raccolta fondi

"Non avendo ancora ricevuto risposte precise dal Governo, si è deciso pur con un grande sacrificio, di applicare significative riduzioni sulle rette che vanno dal 100% per l’Infanzia, al 75% per la primaria e al 50% per la secondaria di primo grado"

Le scuole "La Nave" rinunciano a gran parte delle rette scolastiche di tutte le loro famiglie per il mese di marzo e l’ultima settimana di febbraio. "In questi giorni difficili e senza una risoluzione imminente, Le Scuole La Nave si stanno prodigando per dare continuità all'educazione degli alunni e dei bambini e aiutare le famiglie in ogni modo possibile - esordiscono il presidente della Cooperativa Tonino, Roberto Melandri, e la coordinatrice e dirigente unica, Elena Morra -. La sfida è grande. Non avendo ancora ricevuto risposte precise dal Governo, si è deciso pur con un grande sacrificio, di applicare significative riduzioni sulle rette che vanno dal 100% per l’Infanzia, al 75% per la primaria e al 50% per la secondaria di primo grado".

"Proprio in seguito a questa gradita comunicazione alle famiglie, è emersa la straordinaria solidarietà di tantissimi genitori. Consapevoli dei costi fissi che la Scuola deve comunque affrontare (sono in servizio circa 80 dipendenti) e del lavoro straordinario che continuano a svolgere i docenti, il personale amministrativo e di segreteria, molti genitori hanno chiesto di poter continuare a contribuire economicamente - proseguono Melandri e Morra -. È per questo che l’ufficio comunicazione e fundraising ha subito attivato una raccolta fondi per tutti coloro che vorranno contribuire e affiancare la scuola in questa decisione coraggiosa. Per i genitori, gli amici e i sostenitori che desiderano aiutare un’importante realtà educativa del territorio forlivese, da oggi c'è la possibilità di partecipare alla campagna "Adotta una Stella delle Scuole La Nave". Più saranno i donatori e più forza si avrà per continuare serenamente il lavoro e per ridurre le rette nei prossimi mesi di chiusura straordinaria. Inoltre, grazie al successo di questa iniziativa, si potrà investire nell’aggiornamento dei docenti, in nuovi strumenti didattici e tecnologici che oggi più che mai si sono dimostrati alleati straordinari nell'homeschooling e nella teledidattica".

La campagna "Voglio diventare una stella!" prevede una donazione di 250 euro, quindi il protagonista del gesto (che sia una famiglia o un'azienda) sarà ricordato in un "Muro delle Stelle", un “Wall of the Guardian Stars 2020” che sarà posto nel giardino della Scuola per sempre. "Insieme, ci ricorderemo di come avremo superato questo momento difficile", spiegano Melandri e Morra. E' possibile aderire inviando un bonifico a "Coop Soc. Tonino Setola Onlus” IBAN: IT54I0854213204065000179741 (BCC) Causale: Erogazione liberale a Onlus ai sensi della normativa vigente. "Si potrà donare direttamente con Paypal o carta di credito dal sito delle Scuole - viene comunicato -. Anche le donazioni più piccole di 250 euro sono importanti e avranno la medesima certificazione per i vantaggi fiscali, verrà infatti installata una stella cumulativa. Le donazioni sono detraibili e deducibili secondo la normativa, per privati e aziende".


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le scuole "La Nave" rinunciano alle rette e attivano una raccolta fondi

ForlìToday è in caricamento