menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il vento spazza via lo smog, il cielo torna azzurro: fine delle misure d'emergenza

Sulla base delle previsioni di Arpae, contenute nel bollettino Liberiamolaria (che viene pubblicato il lunedì, il mercoledì e il venerdì) da martedì tornano in vigore le limitazioni ordinarie previste dal Piano aria integrato regionale

Le raffiche di vento delle ultime ore hanno contribuito a spazzare via lo smog degli ultimi giorni, sebbene a Forlì i limiti di pm10 consentiti dalla legge siano stati sforati dal 3 al 5 febbraio. Sulla base delle previsioni di Arpae, contenute nel bollettino Liberiamolaria (che viene pubblicato il lunedì, il mercoledì e il venerdì) da martedì tornano in vigore le limitazioni ordinarie previste dal Piano aria integrato regionale.

All'interno del centro abitato di Forlì (area delimitata da apposita segnaletica) dal lunedì al venerdì (eccetto festività) dalle 8.30 alle 18.30 divieto di transito per i veicoli a benzina fino all’euro 2, compreso; diesel fino all’euro 3, compreso; a benzina/Gpl, benzina/metano fino all’euro 1, compreso; e ciclomotori e motocicli fino all’euro 1, compreso. Nelle domeniche ecologiche (tutte le domeniche fino al 25 aprile, escluso il 4 aprile) asi aggiunge il divieto di circolazione per i veicoli diesel euro 4.

Misure relative al riscaldamento e alla combustione

Fino al 30 aprile in tutto il territorio comunale nelle unità immobiliari dotate di riscaldamento multi combustibile è vietato utilizzare biomasse (legna, pellet, cippato, altro) negli impianti di categoria inferiore alle 3 stelle (come definita dal DM Ambiente numero 186 del 7 novembre 2017) e nei focolari aperti o che possono funzionare aperti. Nei generatori di calore funzionanti a pellet per i quali non vige il divieto di cui sopra (cioè certificati almeno 3 stelle) è fatto comunque obbligo di utilizzare pellet che sia stato certificato, da un organismo di certificazione accreditato, conforme alla classe A1 della norma Uni En Iso 17855-2 2014 (pellet di qualità elevata che garantisce maggiori rendimenti di combustione, pertanto minori emissioni inquinanti). Su tutto il territorio comunale vige il divieto di abbruciamento dei residui vegetali.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento