menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Licenziata la vigilessa 24enne trovata con mezzo etto di eroina

La donna si trovava in Puglia durante un periodo di riposo, quando è avvenuto il controllo che ha fatto emergere il contesto di spaccio di stupefacenti

Era stata bloccata a Bari con 50 grammi di eroina e subito arrestata. La protagonista in negativo della vicenda, una vigilessa di 24 anni a tempo determinato in forza alla Polizia Locale di Forlì, è stata licenziata con determina dirigenziale del Servizio Finanziario e Personale. "Ciò che ha posto in essere l'ex vigilessa, ha disonorato il Corpo di Polizia, il Comune di Forlì e i tanti bravi e onesti agenti che ogni giorno lavorano per tutelare la nostra incolumità", afferma il vicesindaco con delega alla Sicurezza, Daniele Mezzacapo.

La donna si trovava in Puglia durante un periodo di riposo, quando è avvenuto il controllo che ha fatto emergere il contesto di spaccio di stupefacenti. La vigilessa era giunta a Forlì come rinforzo. A settembre la giunta Zattini, volendo dare un segnale immediato di ampliamento dell’organico della Municipale, ha attinto da una graduatoria di vigili stagionali in vigore al Comune di Ravenna, non essendoci graduatorie utilizzabili per questa professionalità a Forlì. In questo modo sono pervenuti una dozzina di agenti con un contratto di 4 mesi, tra cui la vigilessa pugliese che, dopo l'arresto, è stata condotta in carcere a Trani.


Lo stupefacente era tutto detenuto in Puglia. La squadra mobile di Forlì ha effettuato una perquisizione anche nell'abitazione forlivese della giovane vigilessa, trovando metadone e materiale collaterale, come bilancini e scarti vari. Prima dell'entrata in servizio, avevano rimarcato dagli uffici della Municipale, erano state effettuate tutte le verifiche di legge: la giovane risultava completamente priva di gravami giudiziari, mentre il test su droga e alcol non è previsto nella visita medica prima dell'entrata in servizio nella Polizia Locale (a differenza per esempio di maestri e autisti professionali), e quindi non era possibile eseguirlo come accertamento medico. In ogni caso, essendo uno stagionale, non è mai stata dotata di alcun tipo di arma.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento