"Lido Philo", Il dottor Carlo Fabbri relatore al Festival di arte cinematografica di Venezia

E come la Mostra, l’Italian Pavilion in questa stagione si adegua alle esigenze di sicurezza sanitaria e distanziamento sociale

Il dottor Carlo Fabbri, direttore della Unità Operativa di Gastroenterologia di Forlì-Cesena, parteciperà domenica come relatore al ciclo "Lido Philo" presso il Festival di arte cinematografica di Venezia.

"Lido Philo" e' un ciclo di cinque incontri sulla filosofia a cura di Stefano Bonaga e Andrea Gropplero. Il dottor Fabbri parteciperà come relatore ad un incontro insieme al prof. Tommaso Tuppini (Università di Verona).

L'Italian Pavilion della Mostra del Cinema di Venezia l’Italian Pavilion. e' uno spazio professionale che nei principali Festival europei – Venezia, Cannes, Berlino – rappresenta la casa italiana per tutti gli operatori nazionali ed esteri che seguono artisticamente e a livello industriale il nostro cinema. E come la Mostra, l’Italian Pavilion in questa stagione si adegua alle esigenze di sicurezza sanitaria e distanziamento sociale. Con una formula ibrida, che quest’anno nei giorni della manifestazione unisce ai consueti spazi nell’Hotel Excelsior del Lido, una nuova versione digitale. Così, accanto alle aree dei Saloni Tropicana dedicati agli incontri e ai one to one, in quest’edizione l’Italian Pavilion offre una versione online di tutte le attività che hanno luogo all’interno dello spazio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Chiude supermercato in corso della Repubblica, ma non si spegne la vetrina e restano i servizi ai residenti

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento