Lite al canile tra funzionari di Comune e Ausl, sul posto i carabinieri

Si è reso necessario l'intervento dei Carabinieri per spegnere una lite scoppiata nella tarda mattinata di giovedì al canile comprensoriale di via Bassetta

Si è reso necessario l'intervento dei Carabinieri per spegnere una lite scoppiata nella tarda mattinata di giovedì al canile comprensoriale di via Bassetta. A fronteggiarsi un responsabile dell'unità igiene urbana e benessere animale del Comune ed un veterinario dell'Ausl; il tutto per l'accesso al reparto quarantena del canile, dove si trovava ricoverato da mercoledì un cane che aveva morsicato il padrone. Il servizio veterinario dell'Ausl aveva imposto il divieto al dirigente secondo regolamento.

A quella sezione infatti può accedere esclusivamente il personale dell'Ausl. Né è nata una discussione, che è stata spenta solo con l'intervento dei Carabinieri.  Sul posto era presente anche Raffaella Pirini, consigliere della lista civica Destinazione Forlì, che di professione è veterinario.

Che oggi dà la sua versione: "Il servizio veterinario della Asl di Forlì ha impedito ad un funzionario del Comune di Forlì, responsabile dell'area benessere animale e canile di Forlì, di entrare all'interno del canile per visionare il cane che era stato ricoverato forzatamente la sera prima per aver morsicato il padrone. Sono stata io che ho chiesto l'intervento dei Carabinieri per verificare la liceità dell'atto, visto che secondo l'art. 19 del disciplinare del canile, il Comune ha la facoltà di poter entrare in ogni momento per le verifiche ritenute necessarie.Le motivazioni addotte dal servizio veterinario sono state due: che il cane era sotto osservazione in isolamento e che il comparire vicino odavanti al box, anche da parte di una sola persona, avrebbe causato agitazione all'animale. Ci si chiede se tale comportamento non integri gli estremi di un abuso di potere, e comunque un impedimento al normale svolgimento di un pubblico servizio; se nello stesso non si ravvisi una mancanza di trasparenza nella gestione del canile. Questi elementi andranno valutati nelle sedi opportune".

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento