rotate-mobile
Cronaca

Da due anni paga il mutuo per una casa in cui non può vivere perché mai liberata: il caso finisce in tv

Il caso è sbarcato nell'ultima puntata della trasmissione di Rete4 “Fuori dal coro”, condotta da Mario Giordano

Una intricata e surreale vicenda giudiziaria vede contrapposte due famiglie per una stessa casa, una villetta che si trova in una frazione forlivese. Il caso è sbarcato nell'ultima puntata della trasmissione di Rete4 “Fuori dal coro”, condotta da Mario Giordano. Per effetto delle vertenze giudiziarie, una famiglia con un bambino piccolo di pochi mesi si trova da circa due anni priva di una villetta regolarmente acquistata, anche se di fatto non ha mai potuto metterci un piede dentro. Col risultato che sta pagando contemporaneamente il mutuo per la nuova casa e l'affitto per l'attuale residenza, che a sua volta avendo anche muffa e umidità mal si presta al soggiorno di un bimbo così piccolo.

Che cosa ostacola l'ingresso della famiglia nella nuova e ambita casa? L'ex compagna del venditore, anche lei a suo volta con un figlio minore, dato che dal momento dell'acquisto si è rifiuta di liberare l'immobile. Una decisione maturata, a sua volta, da quello che ritiene un mancato rispetto di un accordo del suo ex compagno – il proprietario venditore - che non avrebbe rispettato il patto di acquistare una nuova casa per il figlio con i proventi della compravendita.

L'ex compagno, in particolare, avrebbe proposto alla donna come soluzione alcune case in affitto, però rifiutate dalla ex, che ritiene di veder violato un diritto del figlio se questi resterà senza una casa di proprietà. Per questo, intervistata da “Fuori dal coro” parla di “vendita illegale” dell'immobile e fa prevalere il diritto al tetto del minore, anche se una prima sentenza nega l'assegnazione di quella casa, dato che è intestata ad una persona diversa dall'ex marito.

Insomma, nella lite patrimoniale tra i due ex coniugi a farne le spese è il nuovo acquirente che ha acquistato regolarmente l'abitazione, in teoria libera da occupanti a far data da luglio 2021. A regolare i diritti e i doveri delle tre parti in causa dovrà ora essere il giudice del Tribunale di Forlì. Ma a farne le spese maggiori è la famiglia acquirente che si sta sobbarcando ogni mese di un doppio costo (mutuo e affitto), oltre alle spese legali e ad aver perso per ora, secondo quanto sostiene, i benefici fiscali sull'abitazione di residenza. Il compratore da parte sua, però, fruisce di una penale mensile versata dal venditore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da due anni paga il mutuo per una casa in cui non può vivere perché mai liberata: il caso finisce in tv

ForlìToday è in caricamento