menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Aggiungi un posto a tavola"? Nemmeno per idea. Scoppia la lite tra amici e finisce a testate

Una rocambolesca lite, avvenuta in viale Bolognesi, che si è conclusa con una denuncia a piede libero di un 37enne

E' un invito a pranzo ad aver fatto esplodere la miccia tra due cittadini romeni. Una rocambolesca lite, avvenuta in viale Bolognesi, che si è conclusa con una denuncia a piede libero di un 37enne. Il fatto si è consumato martedì scorso. A chiedere l'intervento delle forze dell'ordine è stato un 32enne, riferendo che poco prima era stato picchiato da un suo conoscente al quale aveva rifiutato di estendere un invito a pranzo ricevuto dalla propria sorella. All'arrivo degli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale lo straniero versava in stato confusionale. 

Secondo quanto appurato dai detective di Corso Garibaldi, il rifiuto ha innescato una discussione, da una parte per l’insistenza nella richiesta, dall’altra per l’ovvia considerazione che sarebbe stato inopportuno presentarsi accompagnato da una terza persona senza alcun preavviso. Ad un certo punto, il 37enne “rifiutato”, che non voleva sentire ragioni richiamandosi ai valori dell’amicizia, avrebbe aggredito con un moto di rabbia il suo interlocutore, colpendolo al volto con una testata, e poi gli avrebbe anche sottratto l’ombrello.

Poca cosa, dato il valore dell’oggetto, ma abbastanza per configurare l’ipotesi di reato di "rapina". Ad aggiungersi anche l’accusa di "lesioni personali", poiché a seguito di refertazione medica, il malcapitato è stato dimesso con prognosi di guarigione di 15 giorni, proprio per le conseguenze del colpo ricevuto. Il presunto aggressore è stato rintracciato il giorno successivo dalla Volante, che lo ha notato all’interno di un esercizio pubblico del centro, e che poi lo ha accompagnato in ufficio per tutte le formalità relative alla sua identificazione e segnalazione in Procura.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento