Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

"Lo Spirito susciti in ciascuno di noi una visione di Chiesa per il futuro": la veglia di Pentecoste in Cattedrale

La veglia si è conclusa con l’invocazione dello Spirito sui moderatori dei gruppi del Vangelo, sui laici impegnati nella carità e nella missione e sugli addetti al servizio di accoglienza nelle chiese

Si è svolta sabato sera in presenza la Veglia di Pentecoste, celebrazione della discesa dello Spirito Santo sugli apostoli, nucleo originario della chiesa di Cristo pronta ad annunziare la buona notizia. Il tradizionale momento di preghiera è in stato presieduto in Cattedrale dal vescovo di Forlì-Bertinoro, Livio Corazza. "Manda il tuo Spirito, Signore, a rinnovare la terra! Dopo la pandemia ripartiamo dal Vangelo per una vera rinascita" è stato il titolo della celebrazione.

Dopo la liturgia della luce e la proclamazione della Parola di Dio, tre testimonianze hanno presentato esperienze di novità accadute nel tempo della pandemia. Luca Casadei di Forlimpopoli ha raccontato del suo stupore partecipando ai gruppi del Vangelo, Carlotta Nanni di Ravaldino del desiderio di vivere la missione assieme ad altri giovani e Sonia Acciai di Roncadello dell’incontro con le persone facendo il servizio di accoglienza alle porte della chiesa.

“Lo Spirito è in azione sempre e non ci lascia in preda al male e alla morte, alla depressione e allo scoraggiamento – ha affermato il Vescovo nell’omelia - abbiamo bisogno di una rinnovata azione dello Spirito, di una rinnovata Pentecoste, per avere una visione di futuro. abbiamo bisogno che lo Spirito ci illumini per un presente e un futuro migliore. Lo Spirito Santo rianimi la nostra vita e la nostra fede. Lo Spirito Santo faccia rinascere la comunità degli amici di Gesù. Molti si sono allontanati. Non meravigliamoci, ad un certo punto è successo anche a Gesù. Tocchiamo con mano, come non sia facile o scontato credere. Ma è possibile. Soprattutto, la fede non è un cammino da solitari. Ognuno deve compiere il suo tratto di strada, ma sostenuti e sostenendoci a vicenda. Con la consapevolezza che il nostro primo e perseverante sostenitore è proprio lo Spirito”. La veglia si è conclusa con l’invocazione dello Spirito sui moderatori dei gruppi del Vangelo, sui laici impegnati nella carità e nella missione e sugli addetti al servizio di accoglienza nelle chiese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Lo Spirito susciti in ciascuno di noi una visione di Chiesa per il futuro": la veglia di Pentecoste in Cattedrale

ForlìToday è in caricamento