Cronaca

Long covid, i postumi dopo il virus: un percorso di trattamenti specifici per la guarigione completa

Bruno Ricci, medico e direttore sanitario del Poliambulatorio Medoc, è impegnato sin dallo scorso anno nella gestione di casi e focolai di Covid-19 nelle aziende del territorio romagnolo

Come ben si sa, il Covid-19 può lasciare il segno anche a distanza di mesi dall'effettiva guarigione. E' quello che comunemente viene definito "long covid" e Bruno Ricci, medico e direttore sanitario del Poliambulatorio Medoc, è impegnato sin dallo scorso anno nella gestione di casi e focolai di Covid-19 nelle aziende del territorio romagnolo. Ad oggi, dopo un anno e mezzo di emergenza sanitaria, è stato creato un percorso di trattamenti specifici sia per i cittadini che per i lavoratori delle aziende che hanno contratto il Covid-19 con  postumi della malattia, quali difficoltà respiratoria ed astenia muscolare con l’obiettivo di rieducare progressivamente il paziente a riprendere il suo abituale stile di vita.

"Il Covid-19 può lasciare segni anche a distanza di mesi dalla sua guarigione - ricorda Ricci -; pertanto educare il paziente su come riprendere la sua attività quotidiana, monitorando l’andamento della funzione cardio-respiratoria e muscolo-scheletrica,
sono interventi di estrema importanza che possono essere effettuati al Poliambulatorio Medoc. Lo scopo della presa in carico diagnostica terapeutica è quello di migliorare la dinamica respiratoria e di contrastare la perdita di forza e di massa muscolare".

Ricci chiarisce come è strutturato il percorso: "Un’équipe multidisciplinare composta da un medico cardiologo, medico internista e da un fisioterapista esegue un Check-Up specifico attraverso una raccolta di anamnesi completa ed eventuale sintomatologia residua corredato da una visita Cardiologica ed Elettrocardiogramma sotto sforzo oltre che da un esame spirometrico completo con DLCO per valutare lo scambio di gas tra alveoli e capillari polmonari, al fine di valutare gli eventuali esiti in seguito a Covid-19, quali dispnea a riposo o sotto sforzo o altri sintomi più lievi quali astenia o stanchezza muscolare diffusa".

"Sulla base del Check-Up analitico viene impostato un Percorso Terapeutico Fisioterapico personalizzato mediante l’applicazione di Laser a  4 lunghezze d’onda che, senza surriscaldare le parti trattate dell’area toracica e polmonare, genera una rivitalizzazione dei tessuti con uno stimolo al circolo sanguigno e al microcircolo con evidente miglioramento della sintomatologia respiratoria, dell’ astenia e supportato da un miglioramento dei parametri del Dlco e degli esami eseguiti durante il check-up - aggiunge -. Il percorso può essere incrementato con esercizi di training respiratorio ed esercizi di ricondizionamento allo sforzo".

Conclude Ricci: "Tale protocollo permette di migliorare gli scambi gassosi polmonari ed è particolarmente indicato a tutti coloro che hanno contratto il Covid-19 e manifestano la tipica sintomatologia di “long Covid”, per le  persone giovani e non, per chi deve svolgere prestazioni fisiche sportive e in generale per riprendere una vita sia motoria che funzionale quotidiana".



 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Long covid, i postumi dopo il virus: un percorso di trattamenti specifici per la guarigione completa

ForlìToday è in caricamento