Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Lotteria degli scontrini al via, ecco come funziona. "Ma la metà dei negozianti non è pronta"

Giovedì 11 marzo è fissata la prima estrazione mensile che distribuirà premi da 100mila euro euro a 10 acquirenti e premi da 20mila a 10 esercenti a fronte di scontrini trasmessi e registrati al Sistema lotteria dal primo al 28 febbraio

Con il mese di febbraio ha fatto il suo debutto la "lotteria degli scontrini": i consumatori potranno, con gli acquisti di beni e servizi di almeno 1 euro pagati con strumenti elettronici (carte di credito, carte di debito, bancomat, carte prepagate, carte e app connesse a circuiti di pagamento privativi e a spendibilità limitata), partecipare all'estrazione di premi da migliaia di euro. Giovedì 11 marzo è fissata la prima estrazione mensile che distribuirà premi da 100mila euro euro a 10 acquirenti e premi da 20mila a 10 esercenti a fronte di scontrini trasmessi e registrati al Sistema lotteria dal primo al 28 febbraio. Da giugno si aggiungeranno le estrazioni settimanali che distribuiranno ogni settimana 15 premi da 25mila euro per chi compra e 15 premi da 5mila euro per chi vende. A inizio del prossimo anno si terrà la prima estrazione annuale che premierà uno degli acquisti effettuati dal primo febbraio al 31 dicembre assegnando 5 milioni di euro a un acquirente e 1 milione di euro a un esercente.

"La metà degli esercizi non sono ancora pronti"

Tuttavia, fa notare Alberto Zattini, direttore di Ascom-Confcommercio Forlì, "l'imprese non sono ancora pronte. C’è un’alta percentuale di commercianti, circa il 50%, che non hanno potuto effettuare tutti gli adeguamenti ai sistemi per aderire all'iniziativa, percorso che richiede diverso tempo. Sono infatti tanti i pubblici esercizi che non hanno avuto la possibilità di aggiornare i software dei propri registratori". Ma c'è un altro aspetto che viene portato alla luce: "C'è stata tanta confusione circa le partenze spesso rimandate e poco pubblicizzate, oltre che i costi sono tutt'altro che indifferenti per le aziende. I legislatori si sono preoccupati prevalentemente di organizzare questa lotteria, trascurando il sistema delle imprese coinvolte".

Un altro tema che evidenzia Zattini riguarda "i costi bancari per le imprese: se l'obiettivo è incentivare l'uso della moneta elettronica, al tempo stesso bisogna attivarsi per azzerrare le commissioni". Confcommercio ha perciò richiesto un rinvio della lotteria "perchè si corre il rischio di creare discriminazione tra gli esercizi che hanno attivato gli strumenti necessari e chi lo deve ancora fare, col consumatore invogliato quindi a recarsi laddove c'è la possibilità di partecipare".

Nel frattempo sono partiti i saldi, che rappresentano un bilancio importante per l'impresa commerciale: "Molti esercizi erano partiti con le vendite promozionali, offrendo gli articoli già con prezzi scontati. Nel fine settimana avremo i primi dati, ma abbiamo potuto constatare che tra i nostri associati ci sono grandi aspettative, ovvero si spera che i saldi, consapevoli che avranno un valore inferiore agli altri anni, possano andare discretamente".

Come funziona la lotteria degli scontrini 

Possono partecipare alla Lotteria tutte le persone maggiorenni residenti in Italia che, fuori dall’esercizio di un’attività d’impresa, arte o professione, acquistano, pagando con mezzi elettronici, beni o servizi per almeno 1 euro di spesa presso esercenti che trasmettono telematicamente i corrispettivi. Per partecipare è sufficiente mostrare il proprio codice lotteria al momento dell’acquisto. Si tratta di un codice a barre e alfanumerico che si può ottenere inserendo il proprio codice fiscale sul Portale della lotteria. Se l’importo della spesa è almeno pari a 1 euro e il pagamento avviene tramite mezzi elettronici (carte di credito, carte di debito, bancomat, carte prepagate, carte e app connesse a circuiti di pagamento privativi e a spendibilità limitata), lo scontrino elettronico che l’esercente invia telematicamente produrrà un biglietto virtuale per ogni euro speso, fino a un massimo di 1.000 biglietti per ogni scontrino di importo pari o superiore a 1.000 euro.

Successivamente all’estrazione dei biglietti vincenti, l’Agenzia delle dogane e dei monopoli risalirà dal codice lotteria associato al biglietto estratto sia al codice fiscale dell’acquirente sia alla partita Iva dell’esercente. Non possono partecipare alla lotteria gli acquisti in contanti, gli acquisti online, quelli per i quali si emette fattura e quelli per i quali il cliente fornisce all’esercente il proprio codice fiscale o tessera sanitaria a fini di detrazione o deduzione fiscale.

Le vincite sono comunicate tramite "Pec" (posta elettronica certificata) all’indirizzo comunicato nell’area riservata del Portale lotteria e in assenza di Pec la comunicazione viene inviata tramite raccomandata con avviso di ricevimento. La comunicazione segnalerà l’obbligo di recarsi, entro novanta giorni, nell’ufficio dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli competente in base alla propria residenza o al proprio domicilio fiscale. Il premio arriverà direttamente tramite bonifico bancario o postale.

Quando avverranno le estrazioni mensili

Le estrazioni mensili verranno effettuate ogni secondo giovedì del mese, fra tutti i biglietti generati da corrispettivi trasmessi e registrati dal Sistema Lotteria nel mese precedente l’estrazione. Da giugno si aggiungeranno anche le estrazioni settimanali. Infine, l’estrazione annuale, che vale un premio da 5 milioni di euro per l’acquirente e 1 milione di euro per l’esercente e per cui competono tutti i biglietti generati da corrispettivi trasmessi e registrati al Sistema Lotteria dal 1° gennaio al 31 dicembre di ciascun anno. Alla prima estrazione annuale - che si terrà a inizio 2022 - si concorrerà però con tutti i biglietti generati dal primo febbraio al 31 dicembre 2021. Un provvedimento del Direttore Generale dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli fisserà la data dell’estrazione annuale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotteria degli scontrini al via, ecco come funziona. "Ma la metà dei negozianti non è pronta"

ForlìToday è in caricamento