Lunghe file da Alea con l'arrivo delle prime bollette: "Revisionate lo 0,77%, dati fisiologici"

“Alcune questioni, sollevate dagli utenti, relativamente a dati non congrui rientrano in una situazione fisiologica: come in ogni cambio di  gestione ci sono stati alcuni disallineamenti anagrafici"

“Alcune questioni, sollevate dagli utenti, relativamente a dati non congrui rientrano in una situazione fisiologica: come in ogni cambio di  gestione ci sono stati alcuni disallineamenti anagrafici dovuti ad una precedente banca dati non del tutto aggiornata o a metodi di gestione diversi fra TARI e Tariffa Puntuale, ma eventuali errori sono corretti prontamente”: è quanto riporta Alea in una nota. Con l'arrivo delle prime bollette dei rifiuti, infatti, in diversi si sono trovati di fronte a conteggi sballati e hanno affollato gli uffici della società, che però replica: “Solo lo 0,77% delle bollette sono state revisionate”.

Sempre la nota: “Si tratta comunque di poche segnalazioni che vengono gestite quando gli utenti lo comunicano o, diversamente, in sede di conguaglio nella prima fattura emessa presumibilmente a marzo 2020. Inoltre non sono previste sanzioni se la bolletta viene pagata entro 30 giorni dalla scadenza, quindi si invitano le persone a rivolgersi allo sportello in maniera progressiva. Si chiede gentilmente agli utenti collaborazione e pazienza durante l'attesa presso i Punti Alea, in questo momento di intensa attività”.

Le fatture arrivate a Forlì in questi giorni riguardano un acconto dei primi sei mesi dell’anno che è stato calcolato per i primi 3 mesi di transizione con il metodo "normalizzato", applicando le tariffe vigenti lo scorso anno in regime di tributo TARI, scorporando l'IVA e il tributo provinciale, e con i parametri relativi al numero componenti e riduzioni del nuovo Regolamento Tariffario. A partire da aprile è stato applicato il metodo “puntuale”, secondo le tariffe approvate dal Coordinamento soci e da Atersir, quindi tenendo conto della quota fissa in base ai soli abitanti, “pro die”, e per la quota variabile un acconto di 5 kg per abitante secondo la tariffa variabile approvata da Atersir.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali, l'Emilia Romagna elegge il nuovo presidente: la diretta dello spoglio, tutti i dati

  • Rapina con la pistola e strattona la farmacista terrorizzata, arrestato nel giro di due giorni

  • L'auto sfreccia ad alta velocità, scatta l'inseguimento sulla via Emilia: alla guida c'era uno spacciatore

  • Travolge una passante nei pressi del centro commerciale e non si ferma. Trovata grazie alle telecamere di ultima generazione

  • Elezioni, i programmi a confronto in 7 domande uguali per 7 candidati: queste le loro priorità e proposte

  • SuperEnalotto, sfiorato il colpaccio da oltre 67 milioni: si consola con una bella vincita

Torna su
ForlìToday è in caricamento