menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

M5S: "Buco delle spese legali, il dirigente La Forgia fa retromarcia?"

Dicono i due consiglieri: “Visto che si era assunto la responsabilità in passato, questo dietro front ci lascia perplessi e dobbiamo invitarlo, se ha cambiato idea, a motivare le sue precedenti dichiarazioni"

“Il dirigente del Comune di Forlì Alessandro La Forgia, sollevato dall'incarico di responsabile dell'ufficio legale dal 1° agosto scorso in seguito delle spese legali fuori bilancio per quasi 1,5 milioni di euro, ha fatto causa chiedendo il reintegro nelle piene funzioni, oltre ad una somma corrispondente a ben 15 mensilità”: lo annunciano Daniele Vergini e Simone Benini, i consiglieri comunali del Movimento 5 stelle di Forlì che hanno fatto esplodere il caso.

Dicono i due consiglieri: “Visto che si era assunto la responsabilità in passato, questo dietro front ci lascia perplessi e dobbiamo invitarlo, se ha cambiato idea, a motivare le sue precedenti dichiarazioni e far sapere se vi sia stata o meno un'ingerenza politica, qualcuno che lo abbia invitato ad assumersi ogni responsabilità, sollevando altri dalle vere colpe”

Daniele Vergini e Simone Benini contestano l'amministrazione sul fronte della trasparenza: “Non ci venivano fatti visionare i fascicoli con la scusa che i funzionari dei vari uffici erano occupati in attività più urgenti, ma francamente non si capisce perchè se il fascicolo esisteva non lo si potesse visionare, anche solo per pochi minuti”. Nel merito della vicenda La Forgia, Daniele Vergini e Simone Benini, aggiungono: “La Giunta comunale ci ha risposto che intende resistere e non vuole conciliare”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento