Mercoledì, 29 Settembre 2021
Cronaca

Maddalena, diploma con lode al Classico: "Il senso del dovere aiuta nelle soddisfazioni personali"

"Sono sempre stata diligente nell'adempiere agli impegni scolastici, ponendomi l'obiettivo di mantenere una resa scolastica alta", afferma Maddalena

Maddalena Di Carlo ha terminato il suo percorso al Liceo Classico "Morgagni", indirizzo linguistico, con la lode. "Sono sempre stata diligente nell'adempiere agli impegni scolastici, ponendomi l'obiettivo di mantenere una resa scolastica alta in modo costante e per pura soddisfazione personale, non per imposizione altrui - racconta di se -. D'altronde, essere esigente con me stessa  e cercare di dare il massimo in tutto ciò che faccio fa parte della mia indole".

"Mi impegno duramente perché ho un grande senso del dovere, il che è sicuramente positivo e mi tornerà utile in futuro, ma allo stesso tempo percepisco lo stress di mettere spesso da parte desideri o istanze personali a causa di questo mio essere così esigente con me stessa - prosegue -. Tuttavia ho maturato la convinzione che il principale senso del dovere da coltivare riguarda proprio la soddisfazione personale, anche se la mia ha trovato, per ora, la sua massima espressione nello studio. Questo è il mio pensiero".

"L’ambizione e la laboriosità mi caratterizzano, ma ciò non significa che io sia “noiosa” - continua -. Ammetto che in questi anni non è stato facile conciliare l’impegno scolastico con le mie passioni, ma nonostante tutto ho trovato il tempo per coltivarle, prima fra tutte, il disegno artistico che amo sin da quando ero bambina, un gesto per me naturale, e mi prendo anche cura della mia forma fisica con allenamenti in palestra (un po’ altalenanti), ma che definisco “la mia valvola di sfogo”. Non possono mancare le serate in discoteca e le uscite con gli amici alle quali non rinuncio, a costo di fare le ore piccole poi, sui libri".

Maddalena, diploma con tanto di lode. Qual è il suo segreto per questo eccellente risultato?
Uscire con la lode è stato molto soddisfacente, frutto di sforzi e i sacrifici compiuti durante l'intero percorso scolastico nei cinque anni di Liceo. Il mio segreto per tale risultato è la perseveranza. Ho imparato l'abilità della “resistenza” nello studio quando ho compreso ed ho messo a frutto quanto sia fondamentale un apprendimento elaborato e profondo piuttosto che fermarsi ad un apprendimento meccanico e di puro nozionismo. La mia passione per lo studio mi ha portata gradualmente a sviluppare un pensiero critico, libero e che mi apre alla possibilità di prendere decisioni, nella vita, in modo più consapevole e sensato. La mia speranza è credere fortemente che tutto ciò che ho fatto e farò, con consapevolezza e passione, potrà giovare a me stessa e alla società in cui vivo ed in cui, in futuro, lavorerò, ma il cammino è lungo ed è perseverare nel dovere e non solo nel diritto che per me da un senso alle cose.

Ha frequentato il Classico indirizzo Linguistico. Quando ha maturato la passione per le lingue?
La mia passione per le lingue è nata alle scuole medie. Ho notato una mia propensione per l’inglese e lo spagnolo, mi veniva semplice impararle, quasi mi divertivo. L'inglese era la mia materia preferita ma non mi limitavo all’apprendimento di questa lingua meramente scolastico, piuttosto leggevo e guardavo film in lingua originale. Mi piaceva l’idea di poter comunicare con persone di diversa lingua e cultura. Credo che sapere più di una lingua sia un risorsa per la condivisione di idee, pensieri, azioni, risoluzioni e rivoluzioni.

Il covid ha rivoluzionato l'ultimo anno e mezzo di vita. Qual è il suo principale rimpianto?
Con l’avvento del covid-19 la realtà scolastica è stata totalmente alterata. Mi è dispiaciuto concludere questo percorso alternando le lezioni in presenza alla didattica a distanza ed è stato destabilizzante doversi adattare a continui cambiamenti nelle modalità di “fare scuola”. Il mio più grande rimpianto è stato non potere più interagire di persona con professori e compagni ed il distanziamento imposto nelle fasi di ripresa in presenza mi ha fatto capire come sia importante la vicinanza fisica fatta di piccoli gesti. Oltretutto, penso con rammarico a come noi ragazzi avremmo potuto vivere il nostro ultimo anno alle superiori senza dover rinunciare ai soggiorni formativi all’estero e alle gite didattico-culturali. Cercando comunque di vedere il lato positivo, ammetto che la didattica a distanza, dal punto di vista formativo ed educativo, sia stata comunque efficiente. Siamo riusciti a stare al passo con il programma e, anche grazie alla mia personale dedizione, sento di aver appreso esattamente come durante gli anni in presenza. 

Che sensazioni ha provato invece al momento dell'esame?
Ricordo che il giorno prima dell’esame ero pervasa dall'ansia e dai pensieri catastrofici della “scena muta”, ma il giorno dell'esame appena mi sono seduta davanti alla Commissione i pensieri minacciosi avuti sino a quel momento sono svaniti ed hanno lasciato spazio al fluire senza sosta dei miei pensieri, anche grazie l'atteggiamento accogliente dei professori che vedevo autenticamente interessati alla mia esposizione.

Nel suo futuro continuerà a sviluppare la conoscenza delle lingue o ha altri progetti?
Intendo proseguire gli studi, ma la mia estate sarà all’insegna della riflessione e dello studio per i vari test d’ingresso perché sono interessata a più facoltà e voglio che la mia scelta sia consapevole. L’orientamento dell’ Università di Bologna mi ha inaspettatamente avvicinata al campo scientifico, in particolare alla Medicina, che sto seriamente prendendo in considerazione. Anche la Biologia mi affascina molto poiché sento anche crescere dentro me la volontà di fare della cura dell'ambiente una mia possibile missione attraverso i “lavori green”. La conoscenza delle lingue è alla base di tutto e mi da garanzia di poter comunicare il messaggio della salvaguardia ambientale e della vita. Anche la mia passione per l'Arte è degna di una riflessione su possibili miei progetti futuri. Spero anche in un po' di meritato svago e riposo estivi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maddalena, diploma con lode al Classico: "Il senso del dovere aiuta nelle soddisfazioni personali"

ForlìToday è in caricamento