Maddalena, diploma con lode e un futuro da insegnante: "La maturità in presenza è stata un grande regalo"

Maddalena Contoli ha concluso il suo percorso al Liceo Classico "Morgagni" col massimo dei voti arricchito dal giudizio della lode

In un lontano futuro si vede come insegnante. "Ma chissà, i cambiamenti sono sempre dietro l'angolo". Maddalena Contoli ha concluso il suo percorso al Liceo Classico "Morgagni" col massimo dei voti arricchito dal giudizio della lode. Fin da subito non ha avuto dubbi nel scegliere l'indirizzo di "Scienze Umane". "Mi piace pensare di essere una ragazza determinata - racconta -. Amo impegnarmi in tante attività diverse e forse è stato anche questo che nel mio percorso mi ha permesso di imparare a organizzarmi nel modo giusto e a raggiungere gli obiettivi che mi ero prefissata. Tra il nuoto, il catechismo (sono catechista da 7 anni) e scuola guida, la mia attività preferita rimane suonare il pianoforte. Ho iniziato quando avevo solo 8 anni".

Un anno difficile concluso con la lode. Come ha reagito?
La lode è stata un traguardo veramente molto soddisfacente, non nascondo di aver avuto paura che la didattica a distanza degli ultimi mesi potesse penalizzarmi. Fortunatamente non è stato così, i nostri professori hanno davvero saputo premiare l'impegno di ognuno dei miei compagni.

Riavvolgiamo il nastro del suo percorso al Classico. Come mai ha scelto l'indirizzo di Scienze Umane?
E' stata la mia prima scelta e ancora oggi, dopo 5 anni, sono molto contenta di averla compiuta. La mia tesina per l'esame di terza media portava il tema dell'infanzia e l'idea del mio futuro come insegnate fu ció che mi spinse a scegliere questo liceo 5 anni fa e ció che mi suggerisce oggi il corso universitario di Scienze della Formazione Primaria. A discapito di tutti i falsi stereotipi sulla mia scuola, posso garantire che mi ha permesso di raggiungere la formazione completa a cui aspiravo.

Quali sono le sue materie preferite?
Forse è strano, ma sicuramente la Letteratura Italiana e Latina hanno un posto speciale per me. Mi ha sempre appassionato molto studiarle. Certamente tutte le Scienze Umane (Psicologia, Pedagogia, Sociologia, Antropologia) ricoprono un posto di grande interesse.

Come sono stati i rapporti con i suoi compagni di classe e professori?
La mia classe è sempre stata un "vai e vieni" di compagni nuovi, ma forse proprio questo cambiamento continuo mi ha permesso di fare grandi amicizie e di conoscere meglio anche me stessa. I miei professori, invece, non posso che ringraziarli: i problemi non sono mancati, ma hanno sempre dimostrato di averci a cuore.

Ultimi mesi con la didattica a distanza. Ha avuto problematiche?
Il periodo della didattica a distanza è stato veramente difficile. Non augurerei a nessuno di vivere così l'ultimo anno di scuola. Eppure sono felice per ció che ho avuto, non abbiamo mai saltato un giorno di lezione. Soprattutto la maturità in presenza è stata un grande regalo.

In classe per l'ultima volta per l'esame di stato. Emozionata?
L'esame non è stato facile, la preparazione molto impegnativa. Eppure è stato il nostro ultimo giorno di scuola e sono davvero contenta di aver potuto vivere quelle emozioni dal vivo e non dietro a uno schermo. Rivedere i professori dopo 4 mesi è stato molto forte, festeggiare insieme a tutti i miei amici e rivedere i miei compagni è forse il ricordo che mi è rimasto più impresso.

Progetti per il futuro?
Quest'estate faró qualche viaggio e lavoreró per la scuola musicale in cui studio pianoforte: un grande onore per me. Per il futuro prossimo spero di passare il test d'ingresso dell'università, per quello più lontano di diventare insegnante. Ma chissà, i cambiamenti sono sempre dietro l'angolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Chiude supermercato in corso della Repubblica, ma non si spegne la vetrina e restano i servizi ai residenti

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento