Ecco "TaxOlolo", il virus "esattoriale": occhio alla mail tranello

La mail contiene immagini e riferimenti al Ministero degli Interni, all'Agenzia delle Entrate, e a modelli F24 da pagare

Continuano le segnalazioni di comunicazioni fraudolente pervenute ai contribuenti - imprese e cittadini - attraverso email. La particolare pericolosità deriva dal malware associato e dal fatto che questa volta i contenuti sono pensati per l'Italia. La mail contiene immagini e riferimenti al Ministero degli Interni, all'Agenzia delle Entrate, e a modelli F24 da pagare. Il malware è chiamato "TaxOlolo".

In realtà lo scopo non è indurre le persone a pagare: è sufficiente aprire il link riportato nella mail, per scaricare un javascript doloso. Quest'ultimo si collega all'esterno per inviare dati (ad esempio credenziali di accesso) e per scaricare altro codice doloso, che rende il PC controllato dai criminali che hanno inviato le mail. Come parte della "botnet" il PC sarà poi usato per infettarne altri.

Dalla Camera di Commercio arriva l'invito a "imprese e cittadini a non aprire questo genere di email. Anche se i sistemi di posta stanno reagendo e bloccando queste comunicazioni, la principale difesa è sempre la prudenza e l'intelligenza delle persone: è noto che il malware cambia in continuazione le sue caratteristiche proprio per sfuggire ai controlli delle difese automatiche".

"Gli imprenditori, in particolare, devono prestare attenzione anche alle comunicazioni e bollettini precompilati, bollettini di pagamento che ricevono per posta - viene evidenziato -. All'apparenza, infatti, possono sembrare comunicazioni ufficiali della Camera di commercio con richieste di pagamento per procedure obbligatorie, mentre invece si tratta di proposte commerciali, da parte di soggetti privati, per servizi pubblicitari assolutamente non obbligatori".

La Camera di Commercio, nel ricorda che "non invia bollettini di pagamento", comunica di esser "impegnata a verificare e segnalare queste situazioni anche sul proprio sito istituzionale (www.romagna.camcom.gov.it), alla pagina “Per il cittadino/URP/pratiche commerciali scorrette-informazioni utili”. In caso di dubbio è possibile contattare l'Ufficio Relazioni con il Pubblico (Urp) ai recapiti 0543 713453 – 713487 – 713415; oppure inviare una email all'indirizzo urp@romagna.camcom.it.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in ospedale: 20enne si lancia nel vuoto e perde la vita

  • Tragedia sui binari, muore una 13enne. Traffico ferroviario in tilt: cancellazioni e ritardi

  • Un forlivese taglia il traguardo dell'Ironman 2019 tra i primi cinque

  • Il maggiordomo vince in tribunale ed eredita 4 milioni di euro

  • Si schianta contro un furgone e resta incastrato sotto un'auto: grave uno scooterista

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

Torna su
ForlìToday è in caricamento