Malattia mortale dei cani si diffonde in Romagna, già sei decessi in pochi giorni

Fare massima attenzione per arginare una possibile strage di cani da caccia, dopo il decesso di almeno 6 cani negli ultimi dieci giorni

Fare massima attenzione per arginare una possibile strage di cani da caccia, dopo il decesso di almeno 6 cani negli ultimi dieci giorni nel territori di Forlì, Cesena e Rimini. A colpirli mortalmente è la "Malattia di Aujeszky", una malattia del suino che colpisce i cani, per la quale non esiste cura o vaccinazione e porta al decesso degli animali. L'alert viene dal servizio veterinario dell'Ausl Romagna, che dà una serie di raccomandazioni per la tutela dei cani da caccia, da tartufo e da compagnia.Qualsiasi sospetto va segnalato al Servizio Veterinario pubblico. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sempre nei primi dieci giorni di dicembre sono stati segnalati 49 cinghiali positivi per anticorpi verso il ceppo di campo del virus di Aujeszky. La malattia quindi passa dal cinghiale, nella fase della caccia. Per evitare il contagio è importante che le squadre dei cacciatori non facciano assumere ai cani le viscere dei cinghiali abbattuti. La Sezione dell'Istituto zooprofilattico di Forlì sta verificando se è presente la circolazione virale nei cinghiale e definirne le zone di provenienza. L'avviso è diretto a chiunque conduca i propri cani nel territorio agro-silvo-pastorale (quali tartufai, trekker, proprietari di cani da compagnia ecc) al fine di evitare il contatto dei cani con animali debilitati e privi delle normali possibilità di fuga". L'allerta viene diffuso dai municipi, il Comune di Civitella di Romagna pubblica sulla propria pagina Facebook l'avviso del servizio veterinario pubblico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il bollettino più nero per Forlì: tre morti. Deceduto anche un ragazzo di 26 anni, attivo negli Scout

  • Il coronavirus si è portato via il direttore di Romagna Acque Andrea Gambi

  • Coronavirus, oltre 30 positivi in più. Un morto a 'Villa Serena': scattano le massime misure di sicurezza

  • Coronavirus, si aggrava il bilancio delle vittime: tre morti nelle ultime 24 ore

  • Aziende, il premier firma il decreto: ecco le attività che possono restare aperte

  • Esplosione di contagi alla casa di riposo di Rocca San Casciano: 16 positivi, scatta l'isolamento

Torna su
ForlìToday è in caricamento