rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Cronaca

Alluvione, l'Electrolux non ci sta: "La sicurezza è stata sempre monitorata"

Diversa la versione dei vertici dell'Electrolux: "Sin dal giorno 5 febbraio, spontaneamente e in base alle sole previsioni meteo, abbiamo messo in atto un piano di azione e monitoraggio in grado di rispondere con tempestività alle problematiche"

L'Electrolux respinge le accuse delle rappresentanze sindacali, dopo l'alluvione che ha colpito anche lo stabilimento di viale Bologna, con il danneggiamento di alcune macchine dei dipendenti parcheggiate nell'area di sosta interna, anch'essa alluvionata. Spiega una nota del gruppo svedese: “Di fronte all’incalzare di illazioni che mettono in discussione l’operato dell’azienda nella gestione delle criticità climatiche dello scorso 6 febbraio, Electrolux ritiene opportuno sottolineare quanto queste non solo siano prive di fondamento ma altresì ingiustificate e ingiuste nei confronti di tutti i lavoratori che ogni giorno e con costanza si impegnano per garantire la sicurezza nell’ambiente di lavoro”.
 

Diversa la versione dei vertici dell'Electrolux: “Sin dal giorno 5 febbraio, spontaneamente e in base alle sole previsioni meteo, abbiamo messo in atto un piano di azione e monitoraggio in grado di rispondere con tempestività alle problematiche che avrebbero potuto presentarsi. L’area del parcheggio, principale oggetto di accusa, è stata costantemente sotto il controllo degli addetti della sicurezza e delle telecamere di sorveglianza. La decisione di mettere in libertà i dipendenti è stata presa nel momento in cui si è ravvisato che dalle proprietà confinanti potessero riversarsi le acque del torrente che scorre limitrofo, e che avrebbe potuto danneggiare le auto dei dipendenti. Electrolux da sempre pone la sicurezza come fondamento della sua strategia, un modus operandi che le è valso il primato di leader globale della sicurezza nel settore degli elettrodomestici”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alluvione, l'Electrolux non ci sta: "La sicurezza è stata sempre monitorata"

ForlìToday è in caricamento