menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maltempo, si gonfiano i fiumi: e Ridracoli è pronta a tracimare

Le precipitazioni degli ultimi giorni hanno allontanato l'emergenza siccità, alimentata da un inverno avaro di piogge e nevicate

Oltre 50 millimetri di pioggia caduti nelle ultime 48 ore sul Forlivese. Il maltempo concede una tregua dopo le abbondanti precipitazioni innescate dal vortice perturbato formatosi sul Tirreno in seguito ad una discesa di aria fredda sull'Europa occidentale. Nelle prossime ore è previsto un graduale miglioramento delle condizioni atmosferiche grazie all'avanzata di un promontorio di alta pressione nord-africana. Si annuncia così un weekend stabile, con temperature in sensibile aumento, che porterà un anticipo di primavera. Ma il bel tempo sarà spazzato via all'inizio della prossima settimana da una discesa di aria fredda, che ha come obiettivo principale l'Italia, che riporterà condizioni perturbate. 

FIUMI - Il Centro Funzionale del Servizio IdroMeteoClima dell'Arpae dell'Emilia Romagna ha attivato il monitoraggio idro-meteorologico per tenere sotto controllo la situazione delle piene sui fiumi regionali. In particolare le piogge delle ultime ore sulla zona pedecollinare hanno fatto registrare superamenti della soglia 2 (criticità moderata) sul Ronco.? Il livello idrometrico ha toccato un picco di 4,77 metri.

RIDRACOLI - Le precipitazioni degli ultimi giorni hanno allontanato l'emergenza siccità, alimentata da un inverno avaro di piogge e nevicate. La diga di Ridracoli si sta preparando alla tracimazione. Il volume dell'invaso nelle ultime ore è salito ad oltre 32,2 milioni di metri cubi, a meno di un metro dalla quota di sforo. Rispetto alla mezzanotte il livello è cresciuto di oltre 120 centimetri.

Il fenomeno della tracimazione, con una cascata lunga 103,5 metri, che si tuffa sul Bidente all’altezza del Mulino della Teresona, richiamerà nei prossimi giorni numerosi turisti. Il gigante, costruito a partire dalla metà degli anni Settanta, rappresenta il principale serbatoio d'acqua potabile dell'acquedotto della Romagna, provvedendo a fornire mediamente circa il 50% dell'acqua distribuita sull'intero territorio.

IL BIDENTE IN PIENA, IL VIDEO A SANTA SOFIA

ANCHE IL MONTONE SI INGROSSA, IL VIDEO DA VIALE SALINATORE

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento