Carnevale

Al Carnevale di Gambettola premiati i Maranèl con "L'era glaciale": "Il carro era al suo splendore"

Il gruppo di ragazzi forlivesi con la passione del carnevale si sono aggiudicati il primo posto nella “Seconda categoria” del carnevale della Romagna

Primo premio per i Maranèl al Carvevale della Romagna di Gambettola nella sezione “Seconda categoria”. Il gruppo di ragazzi forlivesi, una quindicina e tutti accomunati dalla passione per il carnevale, si è aggiudicato il titolo con il carro raffigurante “L’era glaciale”

"Questa volta il carro era al pieno del suo splendore - dice Luca Canali - abbiamo fatto una carovana di venti metri perché avevamo due carri, uno attaccato all’altro, con una larghezza di 3 metri e 60 e un’altezza di nove”. 

Anche quest’anno i Maranèl hanno partecipato a numerose sfilate organizzate sul territorio, da Faenza alla Segavecchia.  “Quella di Gambettola, dove si tiene il carnevale più grande della Romagna alla 137sima edizione - continua - è stata la più importante. Alla premiazione che si è tenuta domenica eravamo in fibrillazione e non sapevamo cosa aspettarci, ma alla nomina come primi classificati in seconda categoria abbiamo esultato. E’ stato un momento molto bello, davvero non stavamo più nella pelle”. 

E’ La seconda volta che il gruppo partecipa alla manifestazione, la prima nel 2019 quando hanno vinto con il carro “Toy Story”. “Siamo molto soddisfatti del nostro lavoro, perché ci abbiamo messo tempo e fatica, ma alla fine abbiamo raggiunto il nostro obiettivo - dice Canali -. Ma non ci fermeremo qui, stiamo già studiando il carro per il prossimo anno e cercheremo di migliorare sempre di più”.

Il gruppo, che si impegna a titolo volontario per far rivivere un'antica tradizione carnevalesca fatta di fantasia e goliardia, dopo l’interruzione forzata dovuta alle restrizioni imposte dal Covid, ha ripreso quest’anno con grande entusiasmo la propria attività.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Carnevale di Gambettola premiati i Maranèl con "L'era glaciale": "Il carro era al suo splendore"
ForlìToday è in caricamento