Mascherine gratuite, la Regione completa la consegna ai Comuni. E si pensa già al terzo rifornimento

Con questi 4 milioni di mascherine, altre 500mila sono state consegnate alle aziende del trasporto pubblico locale

Si è conclusa lunedì la distribuzione ai Comuni dei 4 milioni di mascherine gratuite e di qualità certificata per i cittadini dell’Emilia-Romagna, voluta dalla Regione, la seconda nelle ultime settimane. E si sta già lavorando a una terza distribuzione fra due settimane, con altri 4 milioni di mascherine, sempre gratuite, per i cittadini. Con l’ordinanza firmata il 30 aprile dal presidente della Giunta, Stefano Bonaccini, da lunedì l’uso della mascherina è obbligatorio in Emilia-Romagna nei locali aperti al pubblico e nei luoghi all’aperto laddove non sia possibile mantenere il distanziamento di un metro. La nuova fornitura ai territori vuole poi essere un ulteriore incentivo a utilizzare i dispositivi di protezione individuale di fronte alla graduale riapertura di numerose attività produttive e della mobilità collegata, sempre da oggi.

"Abbiamo terminato la consegna del secondo lotto di 4 milioni di mascherine per un totale, dal’8 aprile, di 8,5 milioni di dispositivi gratuiti consegnati che hanno raggiunto cittadini e lavoratori dell’Emilia-Romagna - affermano il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e l’assessore regionale alla Protezione civile, Irene Priolo -. Con l’inizio della fase 2 e l’obbligo di utilizzo delle mascherine a protezione della popolazione, stiamo provando a definire un ulteriore supporto alla cittadinanza, con una nuova fornitura fra due settimane per altri 4 milioni di mascherine gratuite. Con modalità di distribuzione che terranno conto delle indicazioni anche da parte del Dipartimento nazionale e sulle quali vorremmo provare a gravare meno sui Comuni".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La ripartizione

La ripartizione dei 4 milioni di mascherine è avvenuta anche in questa caso sulla base della popolazione residente. Nei Comuni della provincia di Bologna sono arrivate 910mila mascherine e 410mila foglietti istruzioni; in quella di Ferrara 310mila e 98mila foglietti; in quella di Forlì-Cesena 354mila e 111.500 foglietti; in quella di Modena 630mila e 259.500 foglietti; in quella di Piacenza 258mila mascherine e 81mila foglietti; in quella di Parma 406mila e 130.500 foglietti; in quella di Ravenna 350mila e 112.500 foglietti; in quella di Reggio Emilia 478mila e 150mila foglietti; in quella di Rimini 304mila e 90.500 foglietti. Con questi 4 milioni di mascherine, altre 500mila sono state consegnate alle aziende del trasporto pubblico locale. Si aggiungono ai 4 milioni di dispositivi (2 per cittadini e famiglie e 2 per i lavoratori) resi disponibili dalla Regione nelle scorse settimane, per un totale appunto di 8,5 milioni di mascherine. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dalla quaterna al terno: la Dea Bendata trova casa in Corso Garibaldi, nuova gioia col Lotto

  • Coronavirus, il bollettino domenicale: altri contagiati nel Forlivese

  • Attacco di recensioni negative, il ristorante pubblica un cartello contro gli "haters"

  • Non ce l'ha fatta il motociclista tamponato da un'auto: era un volto noto della città

  • Dove mangiare a Cesenatico? La top 5 dei ristoranti di pesce

  • Attraversa davanti all'Electrolux, gravissimo un lavoratore investito da un'auto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento