menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maturandi reduci dal tema: "Tracce infattibili, argomenti mai trattati a scuola"

Una prima prova memorabile per i Maturandi del 2013. Il ministero della Pubblica istruzione, guidato dal nuovo ministro, Maria Chiara Carrozza, ha voluto sicuramente rendere il tema una prova molto complessa

Una prima prova memorabile per i Maturandi del 2013. Il ministero della Pubblica istruzione, guidato dal nuovo ministro, Maria Chiara Carrozza, ha voluto sicuramente rendere il tema una prova molto complessa, mettendo, in molti casi, in difficoltà gli studenti, con argomenti che non sono mai stati approfonditi durante l'anno scolastico. Il commento più  frequente che si è sentito fuori dalle scuole è “ho scelto il tema  più fattibile”. Scelta dunque basata sull'esclusione.

I ragazzi dell'Itis Marconi di Forlì hanno iniziato ad uscire dopo circa 4 ore, considerando che la lettura delle tracce in digitale è finita alle 9. Circa 4 colonne di tema, con preferenza per  la tipologia B - Ambito scientifico: “La ricerca scommette sul cervello, con articoli di giornale e testi di Boncinelli e di Fabio De Seo”. Non circolavano i bigliettini, a quanto dicono i ragazzi, ma tutti sono rimasti spiazzati dalle tracce. Sicuramente poco gettonate sul web, basate su argomenti mai trattati a scuola in maniera specifica, sui quali nessuno si era preparato. Tutto,insomma, si è basato sull'interesse personale.

Nathan Lombardini è uno di quelli che ha scelto l'ambito scientifico: “Sono andato per esclusione, lo storico era impossibile, l'analisi del testo non si affrontava”. In tanti infatti hanno confessato di non sapere chi fosse Claudio Magris, l'autore scelto per l'analisi del testo. Stessa scelta e stessa motivazione anche per Matteo Casanova, Andrea Giulianini, e Alex Sirotti, che però ha definito le tracce “fattibili. Ho scelto questa perchè mi piaceva più delle altre”. Anche Lorenzo Maltoni ha scelto “la ricerca scommette sul cervello”, semplicemente perchè era un argomento che gli interessava e su cui si era documentato personalmente. Per Alex Salvatore,  invece, questo tema “era il meno peggio”. Ma c'è anche chi ha trovato le tracce “semplici, fattibili con argomenti interessanti”. E' Nicolò Mercatali, altro fan dell'ambito scientifico.

La tipologia B - Ambito socio-economico: “Stato, mercato e democrazia, con testi di Zingales, Krugman, Pirani e Rajan”, è stata scelta da Enrico Fabbri, Martina Bandini, che però si aspettava “qualcosa di più semplice e questo è stato l'unico argomento in cui mi sono riconosciuta”.

Manuel Chini ha deciso invece di cimentarsi nel tema di carattere storico: “Le vicende politiche nel XX secolo di almeno due paesi appartenenti ai BRICS”, perchè ha detto di essere interessato alla storia, anche se di questo argomento non si è parlato a scuola. La traccia di attualità, che ha puntato sulla cooperazione e la creatività nella vita, partendo da un breve estratto di un testo di Fritjof Capra, ha invece ispirato Giulio Gatelli, “Perchè lasciava molto spazio a diverse interpretazioni”. Matteo Bertoni ha invece preferito l'ambito artistico letterario: “L’individuo e la società di massa, con testi di Pasolini, Canetti e Montale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento