Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca

Maxi variazione di bilancio, il Comune stanzia 4,5 milioni per demolire e ricostruire la scuola Manzoni

Per il restyling e la messa in sicurezza della scuola d'infanzia Manzoni e del Centro polifunzionale per le famiglie, il Comune di Forlì inserisce 7 milioni di euro in variazione di bilancio di previsione finanziaria 2021-23

Per il restyling e la messa in sicurezza della scuola d'infanzia Manzoni e del Centro polifunzionale per le famiglie, il Comune di Forlì inserisce 7 milioni di euro in variazione di bilancio di previsione finanziaria 2021-23. In commissione Finanze, l'assessore al Bilancio Vittorio Cicognani, elenca gli interventi alla manovra finanziaria. In primis, presentando la ratifica alla variazione al bilancio di Previsione finanziario 2021-23 adottata in via d'urgenza. L'intervento nasce "per candidare le scuole di Forlì al bando in scadenza 'nido-scuole infanzia'- spiega l'assessore- che prevede la compartecipazione delle risorse comunali al 30%". Ad essere interessate la scuola dell'infanzia Manzoni, di cui si prevede la demolizione e ricostruzione, e il Centro polifunzionale famiglie.

Il bando nazionale infatti permette ai comuni di presentare progetti per il finanziamento di interventi relativi alla messa in sicurezza, ristrutturazione, riqualificazione o costruzione di edifici di proprietà dei comuni destinati a nidi, scuole dell'infanzia e centri polifunzionali famiglie. In dettaglio, per la scuola Manzoni sono inseriti in variazione di bilancio 2,5 milioni di euro e altri 2 milioni "visto che è divisa in due plessi" - quindi 4,5 milioni- mentre altri 2,5 milioni sono destinati agli interventi per il centro polifunzionale per le famiglie. Al secondo punto all'ordine del giorno, la variazione e applicazione quota parte dell'avanzo di amministrazione 2020 per il bilancio di previsione 2021-2023. L'assessore Cicognani ha dunque elencato le voci di una "variazione molto importante da punto di vista finanziario- spiega ai consiglieri - ma sono tutti investimenti già previsti nel piano triennale delle opere pubbliche". In questo modo, "andiamo a modificare e integrare il modo di finanziamento delle stesse opere, utilizzando un avanzo disponibile o vincolato che abbiamo a disposizione".

L'assessore passa in rassegna i numerosi interventi: il primo è quello del restauro del monumento di Piazzale della Vittoria. "Erano previsti 100.000 euro nel piano triennale - motiva- poi, con la realizzazione del progetto trasmesso alla Sovrintendenza, è arrivato a 550.000 euro di valore". Tra gli investimenti inseriti in variazione e finanziati con l'avanzo disponibile figurano anche 500.000 euro "da assegnare al fondo per il sostegno delle morosità incolpevoli per affitti, penso sia cosa gradita a tutti", chiosa. Sempre sul fronte del sociale, "andiamo a rimpinguare con 100.000 euro l'assistenza anziani-case di riposo- prosegue- per contribuire al pagamento rette per chi ne ha diritto". Risorse anche alla viabilità e per il verde: "Cambiamo a 2 milioni la voce per la manutenzione ordinaria delle strade comunali- va avanti l'assessore- mettiamo ulteriori 520.000 euro nel verde pubblico e 300.000 euro per l'acquisto di strutture ludiche da mettere nei parchi cittadini". E ancora: "I 420.000 euro derivati dallo Stato per efficientamento energetico di immobili comunali li andremo a utilizzare per la qualificazione dell'illuminazione pubblica nei quartieri fuori dal centro". Altri 200.000 euro "per opere varie nei quartieri". In più "Andiamo a finanziare per 300.000 euro per finire l'ammodernamento dei bagni e dell'esedra interna ed esterna del mercato di Piazza di Cavour, 150.000 euro per l'immobile ex- Mangelli, 250.000 euro per continuare l'intervento nella scuola primaria Tempesta, 50.000 euro in acquisti di attrezzature per le scuole, 500.000 euro per il fondo casa. Si includono altri investimenti per le scuole: 100.000 euro per la primaria De Amicis, altrettanti per la scuola media Orceoli e per l'ex istituto agrario di Villafranca, sede di quartiere e dell'associazione il Palazzone.  Altri 540.000 euro sono inseriti per finanziare il progetto di videosorveglianza: "Non tutti soldi dell'amministrazione, una parte- precisa- sarà finanziata dal bando cui abbiamo partecipato". Infine, Cicognani chiarisce la natura della variazione di bilancio: "Siamo in dirittura d'arrivo con tutta la progettazione e abbiamo bisogno di finanziarla- precisa- per settembre dobbiamo essere in grado di fare gli appalti per le opere che andiamo a finanziare" (Agenzia Dire)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi variazione di bilancio, il Comune stanzia 4,5 milioni per demolire e ricostruire la scuola Manzoni

ForlìToday è in caricamento