rotate-mobile
Cronaca

Medicina del sonno, il professor Vicini riunisce gli specialisti del settore al PalaCongressi di Rimini

Il Congresso Nazionale dell’associazione Italiana di Medicina del Sonno è l’appuntamento annuale per un aggiornamento puntuale sui nuovi sviluppi in ambito scientifico, tecnologico ed organizzativo-normativo

Il Congresso Nazionale dell’associazione Italiana di Medicina del Sonno (Aims) è l’appuntamento annuale per un aggiornamento puntuale sui nuovi sviluppi in ambito scientifico, tecnologico ed organizzativo-normativo in relazione al sonno ed ai suoi disturbi. Quest’anno il convegno, presieduto dal prof. Claudio Vicini, direttore dell’otorinolaringoiatria di Forlì, si terrà al Palacongressi di Rimini dal 15 al 17 settembre 2022. “La medicina del sonno – spiega il medico Vicini -  ha richiamato da molti anni all’interno della sua attività competenze molto diversificate che spaziano dalle discipline di base (anatomia, fisiologia, neurofisiologia, farmacologia, etc.) alle competenze centrali per la materia come neurologia e pneumologia, includendo infine un’ampia gamma di specialità sia di ambito medico che chirurgico a presidiare differenti aspetti del sonno e delle sue alterazioni. L’evento, ritornato in terra di Romagna, patria del Prof. Elio Lugaresi, neurologo e pioniere in materia , per volontà del Direttivo Aims ed del Presidente Prof. Francesco Fanfulla, che hanno voluto particolarmente valorizzare l’apporto delle scuole romagnole in tema di ricerca in ambito di medicina del sonno. La  lezione magistrale di apertura sarà tenuta dallo pneumologo Prof. Venerino Poletti, ed è intitolata al Dott. Marcello Bosi, pneumologo forlivese, recentemente scomparso e grandissimo studioso ed innovatore".

Saranno discussi i più recenti aggiornamenti sulle relazioni tra i disturbi del sonno e le malattie neurodegenerative, sui disturbi del movimento associati al sonno, sulle parasonnie, sull’insonnia e sulle ipersonnie come la narcolessia. Si affronteranno le relazioni tra sonno e patologie pneumologiche come le broncopneumopatie croniche ostruttive, l’asma e la fibrosi polmonare idiopatica, con interventi sulle nuove prospettive della sleep endoscopy e dei dispositivi di avanzamento mandibolare, sulle implicazioni della scelta personalizzata delle interfacce e dei ventilatori per la terapia dei disturbi respiratori durante il sonno e sulle relazioni tra long Covid e disturbi del sonno. Infine, saranno dibattute specificamente le questioni aperte associate all’eccessiva sonnolenza diurna residua, dopo terapia, alle conseguenze dei disturbi del sonno sui disturbi cardiovascolari e alle implicazioni dei disturbi del sonno sulle attività lavorative.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Medicina del sonno, il professor Vicini riunisce gli specialisti del settore al PalaCongressi di Rimini

ForlìToday è in caricamento