Cronaca

Meldola, celebrati i sessant'anni di sacerdozio di don Rino: "Un dono straordinario"

"Ho conosciuto Don Rino dopo la mia nomina a primo cittadino. La vita mi ha fatto incontrare una persona mite, garbatissima e gentilissima", dice Cavallucci

Meldola ha festeggiato i sessant'anni di sacerdozio di don Rino. "Una persona che ha dedicato la vita a Dio e agli uomini e che era sacerdote già prima della mia nascita - esordisce il sindaco Roberto Cavallucci -. Ho conosciuto Don Rino dopo la mia nomina a primo cittadino. La vita mi ha fatto incontrare una persona mite, garbatissima, gentilissima con la quale è iniziato, come poche volte accade, un dialogo piacevole incuriosito dalle tante emozioni e dalle tante fatiche compiute nel suo cammino di vocazione pastorale".

"Sono rimasto impressionato dalla forza delle sue parole cariche di speranza e di fiducia - continua Cavallucci -. Mi sono reso conto di aver conosciuto non solo un prete ma una persona straordinaria che ha attraversato un pezzo della storia di Meldola aiutando gli altri. E' stato un onore essere in chiesa per portare a Don Rino il ringraziamento di tutta la Città per quello che ha fatto nel suo Ministero Sacerdotale. Le sue preghiere, il suo conforto nei momenti difficili, le sue parole nei momenti di gioia sono state per tutta la comunità meldolese un dono straordinario offerto con amore e con generosità".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meldola, celebrati i sessant'anni di sacerdozio di don Rino: "Un dono straordinario"

ForlìToday è in caricamento