Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Anche a Meldola il controllo di vicinato: "No al 'fai da te'. Strumento d'aiuto alle forze dell'ordine"

Fare "Controllo di vicinato" significa promuovere la sicurezza urbana attraverso la solidarietà tra i cittadini allo scopo di ridurre il verificarsi di reati contro la proprietà e le persone

Martedì il sindaco di Meldola Roberto Cavallucci e il prefetto della Provincia di Forlì-Cesena Antonio Corona hanno proceduto alla firma del Protocollo di Intesa "Controllo di Vicinato" sottoscritto per adesione anche dal questore, dal comandante provinciale dei Carabinieri e dal comandante provinciale della Guardia di Finanza. Il "Controllo di vicinato" è uno strumento importante di prevenzione della criminalità che presuppone la partecipazione attiva dei cittadini residenti in una determinata zona e la collaborazione di questi ultimi con le forze di polizia statali e locali. 

Fare "Controllo di vicinato" significa promuovere la sicurezza urbana attraverso la solidarietà tra i cittadini allo scopo di ridurre il verificarsi di reati contro la proprietà e le persone. Il controllo di vicinato sarà promosso attraverso la nascita di gruppi volontari che dovranno svolgere un’attività di mera osservazione e successiva segnalazione alle forze dell’ordine riguardo a fatti e circostanze che accadono nella propria zona di residenza (ad esempio passaggi ritenuti sospetti di macchine e di persone, allarmi e rumori).

Il sindaco Roberto Cavallucci ribadendo un netto no al "fai da te" si dice "molto soddisfatto della firma del Protocollo come strumento per aiutare le forze dell’ordine, aumentare il senso di sicurezza di una comunità e favorire una cultura della partecipazione alle tematiche della sicurezza urbana e della collaborazione attiva tra cittadini".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche a Meldola il controllo di vicinato: "No al 'fai da te'. Strumento d'aiuto alle forze dell'ordine"

ForlìToday è in caricamento