Meldola, uno spazio in disuso si trasforma in sede della Polizia Locale

All'appuntamento sono intervenuti tra gli altri il sindaco Roberto Cavallucci, il comandante della polizia locale Daniele Giulianini e il parlamentare Marco Di Maio

Nella mattinata di venerdì si è svolto il momento inaugurale della nuova sede della Polizia Municipale di Meldola in Piazza Orsini alla presenza delle autorità civili, militari e religiose del territorio. Lo spostamento degli uffici della Polizia Municipale nel cuore della Città rappresenta la volontà dell’Amministrazione Comunale di essere vicina ai cittadini e di avere dei vigili che siano al servizio della comunità. Il sindaco Roberto Cavallucci nel ringraziare il comando della Polizia Municipale dell'Unione dei Comuni della Romagna Forlivese e tutte le forze dell'ordine presenti, ha sottolineato che la Giunta ha scelto "di potenziare l'organico della Polizia Municipale con l'assunzione di una nuova unità di personale stagionale che possa aiutare e sostenere tutte le attività di controllo, di monitoraggio e di attenzione al territorio con l'obiettivo di dare risposte alle segnalazioni e alle richieste che ogni giorno ci arrivano. Vogliamo una Città sempre più a misura di cittadino e dei suoi bisogni, una Città sicura. "Un esempio di recupero di uno spazio pubblico in disuso, rimesso a nuovo e pronto per essere utilizzato nel migliore dei modi al servizio dei cittadini e del territorio", afferma Di Maio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento