Mercato ambulante, ripartenza in tre piazze. E per i Mercatini di Natale tutto dipenderà dal nuovo decreto

L'amministrazione comunale, attraverso il lavoro svolto dall'assessore Andrea Cintorino, ha individuato una soluzione per la ripartenza

Mancano gli ultimi tasselli per rivedere il mercato ambulante nel centro storico di Forlì. L'ordinanza regionale firmata dal governatore Stefano Bonaccini, entrata in vigore sabato scorso, vieta "l’attività di commercio nella forma del mercato all'aperto su area pubblica o privata se non nei Comuni nei quali sia stato adottato dai sindaci un piano apposito piano, consegnato ai commercianti, che preveda una perimetrazione nel caso di mercati all'aperto; la presenza di un unico varco di accesso separato da quello di uscita; la sorveglianza pubblica o privata che verifichi distanze sociali e il rispetto del divieto di assembramento nonché il controllo dell'accesso all'area di vendita; e l'applicazione della scheda relativa al commercio al dettaglio su aree pubbliche contenuta nell’allegato 9 del Dpcm del 3 novembre".

L'amministrazione comunale, attraverso il lavoro svolto dall'assessore Andrea Cintorino, ha individuato una soluzione per la ripartenza. "Dopo lunghi incontri tenuti con le associazioni di categoria siamo arrivati ad un punto definitivo, che corrispondesse ovviamente con le misure dettate dalla regione, per mantenere i banchi in centro. E' stato davvero difficoltoso". Sul lato pratico, la soluzione prevede la suddivisione del mercato in tre aree: Piazza Saffi, Piazza degli Ordelaffi e Piazza Cavour. Nel dettaglio, illustra l'assessore, "saranno perimetrate con transenne e il nastro biancorosso. Ogni area recintata avrà un'entrata ed un'uscita da un'estremità e l'altra".

Ovviamente non mancheranno i controlli: "Le associazioni si erano già prediposte per la presenza di personale della vigilanza privata già prima delle ultime misure, con gli addetti in giro per tutto il mercato, ricordando il corretto uso della mascherina ed evitare qualsiasi forma di assembramento. Ora questo servizio sarà incrementato, quindi occorrerà una persona fissa per ogni entrata e uscita e due agenti per area, che vigileranno sul rispetto delle disposizioni". Il mercato vede la presenza di 173 banchi in postazione fissa. A livello logistico, quelli in via Delle Torri saranno ridistribuiti: "Questo - prosegue Cintorino - comporta delle tempestiche, con una riassegnazione momentanea dei posti che speriamo venga fatta entro la settimana. Saranno quindi aumentate il numero transenne e stiamo valutando tutto il possibile. Ci auspichiamo, ma non è detto, che il mercato possa ripartire lunedì". 

L'assessore è attivo anche su altri fronti. Capitolo mercato contadino di piazza Dante Alighieri: "Stiamo cercando di riaprirlo con la stessa logistica del mercato comunale. Siamo al lavoro con gli uffici comunali". Futuro incerto per i mercatini di Natale. L'attuale decreto vieta ogni forma di fiere e mercatini straordinari, compresi ad esempio quelli natalizie. "Quello che posso dire adesso per percezione è più un no che un sì, ma non dipende da noi. Le 15 casettine ci sono, ma è difficile fare una previsione. Mi auguro che si possa fare. Attendiamo il 3 dicembre e poi vediamo".

L'Ugl

Filippo Lo Giudice, segretario dell'Ugl di Forlì-Cesena-Rimini-Ravenna, saluta "positivamente l'orientamento dell'amministrazione comunale di Forlì, anticipato ai media dall'assessore Cintorino, di consentire l'impiego della vigilanza privata in ausilio alla Polizia Locale e alle forze dell'ordine, nei mercati comunali per l’attività di controllo dei varchi, la verifica del perimetro dell’area, il contingentamento degli accessi ed il corretto utilizzo dei Dpi da parte degli utenti in ottemperanza all’ultimo Dpcm e alle apposite Ordinanze Regionali anti-Coronavirus".

“Siamo sicuri che un coinvolgimento degli Istituti di vigilanza privata consentirebbe nuove assunzioni di guardie giurate e addetti alla sicurezza per garantire il servizio nei mercato ambulanti in questa particolare fase storica, dove a nostro parere è necessario garantire oltre alla tutela della salute pubblica anche l'economia ed il lavoro. E in questo senso ringrazio anche il vicesindaco Daniele Mezzacapo che sta lavorando per utilizzare le guardie giurate non soltanto nei mercati ambulanti, ma anche in progetti ad hoc per la città di Forlì , come consentito dalla legge in ambito locale e nazionale.   

Mercato contadino

"Salutiamo con favore la notizia che l'amministrazione comunale sta lavorando per tenere il Mercato contadino forlivese di piazza Dante Alighieri nella sua area abituale, pur con tutte le precauzioni logistiche e sanitarie previste nei Dpcm e nelle ordinanze anti-Covid. Anche noi avevamo caldeggiato e consigliato questa soluzione, su richiesta degli stessi commercianti, indicando che bastava delimitare l'area di vendita e definire due distinti varchi per l'accesso  e  l'uscita in sicurezza degli utenti - affermano il vicecoordinatore provinciale di Forlì-Cesena di Fratelli d’Italia e componente del direttivo del Circolo comunale forlivese di FdI Caterina Sforza, Fabrizio Ragni; il presidente dello stesso circolo comunale Caterina Sforza, nonché consigliere comunale riconosciuto dagli organismi nazionali di Fratelli d’Italia come riferimento del partito, Marco Catalano; e Alessandro Bombardini, più di 10 anni fa ideatore e fondatore del Mercato Contadino di Castrocaro ed oggi esponente di Fratelli d'Italia -. Avevamo suggerito anche l'impiego di steward per controllare ingressi e  distanziamento sociale ed ovviamente accogliamo con favore la notizia che nei mercati ambulanti di Forlì si potranno utilizzare per questa mansione anche la vigilanza privata e/o la polizia locale. L'importante è consentirne la riapertura in tempi rapidi per garantire  un servizio che altre città a noi vicine come Meldola e Castrocaro con gli accorgimenti del caso stavano già mantenendo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Muoiono in un incidente aereo quattro giorni dopo le nozze, lutto per un ex assessore

  • Meteo, dicembre debutterà col freddo e la neve: fiocchi in arrivo a bassa quota

  • Perde il controllo dell'auto e si ribalta: nuovo incidente sulla "Bidentina" - LE FOTO

Torna su
ForlìToday è in caricamento