menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Messa del Crisma: la Settimana Santa entra nel vivo con il Triduo Pasquale

Gli oli santi sono stati consegnati ai singoli Vicari foranei, che si sono fatti carico di condividerli con gli altri confratelli nei giorni successivi

Entra nel vivo la Settimana Santa con il Triduo Pasquale, in cui si ricordano rispettivamente la passione, la morte e la sepoltura di Gesù, fino alla veglia pasquale con l’annuncio della Resurrezione. Giovedì mattina è stata celebrata la messa del Crisma in Cattedrale. Gli oli santi sono stati consegnati ai singoli Vicari foranei, che si sono fatti carico di condividerli con gli altri confratelli nei giorni successivi. Nella Messa vespertina della “Cena del Signore” è stata omessa la lavanda dei piedi. Al termine, il Santissimo Sacramento, come previsto dal rito, viene collocato nel luogo della reposizione, per consentire ai fedeli l’adorazione, sempre nel rispetto delle norme per la pandemia.



Il Venerdì Santo (2 aprile), l’atto di adorazione della croce mediante il bacio è limitato al solo presidente della celebrazione, mentre la Via Crucis si svolge con i fedeli fermi al proprio posto. “Il Sabato Santo, i fedeli che chiedono la benedizione delle uova le tengano sempre con sé, evitando che i recipienti che le contengono siano depositati su un medesimo piano, ed eventualmente toccati da mani diverse”, sono le indicazioni della diocesi. La Veglia pasquale potrà essere celebrata in tutte le sue parti come previsto dal rito, in orario compatibile con l’eventuale coprifuoco. Per la liturgia battesimale, si mantenga solo il rinnovo delle promesse battesimali, “con l’augurio che la vittoria pasquale di Cristo infonda in noi e nei nostri fedeli luce, speranza e forza”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento