rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Consiglio comunale

Metanodotto, M5S. “Assemblea pubblica urgente, daremo battaglia per difendere gli agricoltori”

Question time dei consiglieri pentastellati sul metanodotto Sestino-Minerbio. L’assessore Catalano: “Snam fornirà i dettagli progettuali”

“Battaglieremo fino alla fine perché non vengano sfregiate le aziende agricole”. Questa la posizione espressa nel consiglio comunale di lunedì dai consiglieri del Movimento 5 Stelle, Franco Bagnara e Eros Brunelli, in merito al question time sul metanodotto Sestino-Minerbio 5° Tronco Cesena - Forlì. I consiglieri chiedono la convocazione urgente di una assemblea pubblica per un confronto tra azienda e agricoltori.

“Premesso che dai primi di maggio uno studio tecnico, incaricato da Snam Rete Gas, sta facendo recapitare raccomandate alle nostre aziende agricole per comunicare il passaggio nei loro terreni di una grossa condotta del gas, a prescindere dalla piantagione soprastante, e per convocare i residenti a incontri separati - scrivono i pentastellati -, ribadiamo che le opere per portare a compimento le condotte del metano creano grossissimi danni, in particolare alle aree com colture di frutteti e vigneti, la cui realizzazione ha comportato grandi sacrifici”.  “In passato agli agricoltori non era pervenuta nessuna comunicazione - dicono i consiglieri - e non sono state coinvolte le associazioni di categoria”.

Da qui la richiesta della convocazione urgente di un'assemblea pubblica “in cui Snam illustri, seppure in ritardo, il progetto al nostro assessorato all'Agricoltura, alle associazioni di categoria e soprattutto agli agricoltori, recependo le osservazioni, verbali e scritte e le richieste di rettifiche del tracciato, senza dimenticare gli abitanti dei paesini che si troveranno fiancheggiati da questa grossa condotta del gas”. 

La risposta è arrivata dall’assessore all’Agricoltura, Marco Catalano, che ha sottolineato come “l'iter per la localizzazione dell'opera, in variante agli strumenti di pianificazione, è stato avviato nel 2009, con progetto definitivo divenuto esecutivo e corredato dalle autorizzazioni d'impatto ambientale. Il progetto è stato successivamente trasmesso a tutti gli enti interessati da Snam Rete Gas, pubblicizzato nelle forme previste di legge e approvato nel 2015 dallo stesso consiglio comunale di Forlì per la valenza strategica dell’opera”.

Si tratta di una infrastruttura che interessa due Regioni e 25 Comuni: Emilia-Romagna e Toscana e le province di Arezzo Rimini, Forlì Cesena Ravenna e Bologna, “L'azienda - ha proseguito Catalano - ci ha riferito di aver preso contatti con le associazioni di categoria per una disamina del tipo di indennizzi e di disagi e fornirà direttamente ai consiglieri tute le comunicazioni richieste e i dettagli progettuali”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Metanodotto, M5S. “Assemblea pubblica urgente, daremo battaglia per difendere gli agricoltori”

ForlìToday è in caricamento